Blog: http://vulcanochimico.ilcannocchiale.it

Arte ed Emozioni....Cromo

-Les Fleurs du Mal - Chrome 2005 M.Newton-

CROMO
Inalterabile,grigio lucente,
s'ottiene libero semplicemente

nel forno elettrico per riduzione
d'ossido cromico con il carbone.

Son di tre serie i suoi composti,
i cui caratteri son quasi opposti.

Quella dell'acido cromico ha
metalloidiche le proprietà;

la serie cromica e la cromosa
l'hanno metalliche,ecco la cosa.

Alla solforica corrispondente,
la prima ha l'atomo esavalente.

Pochi ed instabili sono i cromosi;
gli altrui più stabili,più numerosi.

L'idrato cromico s'ha in generale
se a quello calcico s'aggiunge un sale.

o forse aggiungere meglio ancor è
ai sali cromici l'NH3.

Grigio azzurrognolo,in soluzione
con soda caustica si decompone.

Quando il solforico scioglie l'idrato,
oppure l'ossido,forma il solfato

e n'è violacea la soluzione,
ma in verde tingesi per riduzione;

poi, raffreddandolo,ricambia aspetto:
di nuovo tingesi d'un bel violetto,

poiché, si formano complessi ioni,
che causan simili trasformazioni.

Lo stesso dicasi pur del cloruro,
che s'ha dall'ossido con cloro puro:

sublima in lamine color viola,
che non si sciolgono nell'acqua sola

se non in seguito a ebollizione,
e quindi cambiano colorazione.

Or del triossido si parlerà,
con le anidridiche sue proprietà.

S'ha quando trattasi, a concentrato,
con il solforico un bicromato:

in aghi ottienesi rossi lucenti:
se impuri, instabili,deliquescenti.

Dando a notevole temperatura
l'ossido cromico,fonde e s'oscura;

parte d'ossigeno talmente rende
che in modo facile l'alcool accende.

L'acido cromico perfettamente
è a quel solforico corrispondente;

solo che libero noto non è:
acqua e triossido CrO3.

Cristallizzabili e colorati
in giallo ottengonsi però, cromati;

importantissimi quelli alcalini
s'han da un sal cromico che si combini,

fondendo all'aria,con carbonato;
poi col solforico s'ha il bicromato

evaporandone la soluzione.
Quello potassico rosso-arancione,

cede l'ossigeno e industrialmente
molto s'adopera come mordente.

-A.Cavaliere-




Pubblicato il 29/4/2010 alle 20.10 nella rubrica Arte ed Emozioni.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web