Blog: http://vulcanochimico.ilcannocchiale.it

Film..."Non Voltarmi le Spalle"


-da "Non voltarmi le spalle"di F.Wetzl-

All’Istituto Superiore Don Milani-Depero di Rovereto, arriva da Firenze una ragazza di sedici anni, Anna (S. Pedrotti), sorda profonda, a causa della sordita è anche muta; è una ragazza umorale e sensibile che si esprime soltanto in L.I.S. (lingua dei segni),Nel frattempo arriva da Napoli l’assistente alla comunicazione, Giorgia (V. Vaiano, anche aiutoregista e consulente per la L.I.S.) , Le due donne dovranno integrarsi in un ambiente inizialmente abbastanza ostile. Il film è un viaggio nel mondo della sordità, nella diversa sensibilità di un sordo verso l’arte, la storia, la musica. Il titolo”Non voltarmi le spalle” è una delle regole con cui si deve parlare con un non udente, ma ha anche un significato metaforico. Non bisogna voltare le spalle a tante cose nella vita: alla diversità,all’integrqazione, all'innovazione, al lavoro collettivo, alle sfide offerte ogni giorno dalla società . Il film diretto da Fulvio Wetzl è stato ispirato dal testo Ciao Miao di Gianni Rodari ed è il primo film sottotitolato per udenti.

Pubblicato il 12/10/2009 alle 21.35 nella rubrica Film.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web