Blog: http://vulcanochimico.ilcannocchiale.it

Dei e Miti....Greci: Narciso

 Narciso nel mito era un bellissimo giovane della Boezia, figlio del dio Cefiso e della ninfa Liriope. Tutti sia uomini sia donne si innamoravano perdutamente di Narciso, tra le spasimanti anche la ninfa Eco che distrutta dal dolore, si rifugiò nei boschi sino a svanire e diventare un’eco distante perché Narciso come per le altre spasimanti non se ne curò. Eco e tutte le giovani e i giovani disprezzati si appellarono ad una vendetta, fu così che Narciso si innamorò della sua stessa immagine riflessa in uno stagno. In una versione si consumò dal dolore e morì disperato; in un’altra si pugnalò a morte per la frustrazione. Dal suo corpo e dal suo sangue nacque un fiore bianco che gli antichi greci chiamavano “narkissos”(probabilmente un tipo di giglio, di iris, ma non quello che chiamiamo oggi narciso).Questo mito ha dato origine alle parole italiane “narciso” e “narcisista”. La relazione esistente tra narciso e un fiore locale, unitamente alla terminazione greca in “issos”, fa presupporre che Narciso fosse un dio o un semi-dio delle popolazioni pre-greche, assorbito nella mitologia greca nel II millennio a.C.


-"Eco e Narciso"-J.W.Waterhouse
Sulla vanità...
"Chi è gravido di vanità partorisce menzogne"

Un saluto affettuoso a tutti...a presto
-Vulcanochimico-


Pubblicato il 23/7/2008 alle 12.32 nella rubrica Dei e Miti.....

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web