Blog: http://vulcanochimico.ilcannocchiale.it

Fumetti....Sturmtruppen

Sturmtruppen nasce nell’ottobre 1968, è un fumetto di Franco Bonvicini, in arte Bonvi, un fumetto che insieme a Nick Carter ha reso famoso il disegnatore. Il bravo Bonvi è riuscito a trasformare magistralmente lo scenario di una guerra in chiave umoristica. Una serie di strisce umoristiche ambientata durante la guerra nel periodo nazista, dagli evidenti scopi antimilitaristici e si propone in chiave satirica non soltanto dell’esercito tedesco ma di tutti gli eserciti in genere. Tutti i personaggi del fumetto hanno le medesime caratteristiche: sono soldati grassocci e piccoli uomini infagottati nelle loro divise, con gli elmetti teutonici calati perennemente sugli occhi, alle prese con la ferrea disciplina cui sono stati abituati, con le difficoltà della vita di trincea, con gli ordini di solito cervellotici e assurdi dei superiori. Bonvi riesce a farci riflettere, ma anche ulteriormente sorridere con il linguaggio con il quale fa parlare i suoi soldati, un tedesco maccheronico dove la lettera “V” è pronunciata con la lettera “F”, abbondano le “K” molte parole finiscono con “EN”; così esclama per esempio il sergente rivolgendosi ai soldati: -Ach!..Afete capito? Ci sono domanden?Rekluten tre passi afanti!
Tra i personaggi di Sturmtruppen oltre al Capitanen ufficiale più alto in comando, il Medico Militaren un veterinario, il Cuoken Militaren, l’incapace Sottotenenten di Komplementen arruolato per nepotismo, il sadico Sergenten c’è un soldato italiano il Fiero alleaten Galeazzo Musolesi federale fascista, molto amico del Capitanem, di “San Giofanni in Persiceten”, capace di far vacillare anche la classica imperturbabilità teutonica. Sturmtruppen è diventato un fumetto di grande fama grazie alla universalità degli argomenti; è stato tradotto anche in diverse lingue e pubblicato perfino in Giappone.-Vulcanochimico-


Sulla guerra...
“Quando i ricchi si fanno la guerra sono i poveri che muoiono”
(Jean-Paul Sartre)

Pubblicato il 21/9/2007 alle 15.58 nella rubrica Fumetti.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web