Blog: http://vulcanochimico.ilcannocchiale.it

Fumetti..."Così comincia l'avventura del Signor Bonaventura"

L'avventura del “Signor Bonaventura” inzia nel 1917, dalla matita creativa di Sto, pseudonimo di Sergio Tofano, scrittore e attore di teatro, nato a Roma nel 1886 e morto nel 1973. Le sue avventure furono pubblicate sul "Corriere dei Piccoli”. I testi dei fumetti del Signor Bonaventura erano tutti composti da distici (strofe di due versi) di ottonari (versi di otto sillabe metriche) a rima baciata. Dopo la sua morte continuò a disegnarlo suo figlio. Il Signor Bonaventura è un bizzarro individuo, indossa una marsina di colore rosso assolutamente fuori moda, un paio di larghissimi pantaloni bianchi, un cappellino dalla strana foggia ed è sempre in compagnia del suo cane bassotto. Suoi compagni d’avventura, anche se personaggi secondari sono: il vanitoso Cecè, il cattivo invidioso Barbariccia e il disonesto Barone Partecipazio. All’inizio di ogni storia, Bonaventura è povero e affamato, ma grazie alla sua buona volontà e al suo buon cuore finisce sempre per fare grossi favori a persone danarose che lo compensano con un milione, (divenuto poi un miliardo nelle storie scritte negli anni ottanta).La cosa buffa, comunque è che a distanza di sette giorni inevitabilmente Bonaventura non possiede più il milione e torna ad essere povero. Fortunato e sfortunato allo stesso tempo, è un personaggio triste nel suo intimo, un burattino che si ritrova in un mondo molto diverso da quello in cui avrebbe voluto vivere.
                                                    -Vulcanochimico-

Pubblicato il 3/8/2007 alle 12.42 nella rubrica Fumetti.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web