.
Annunci online

  vulcanochimico [ chi ben comincia .... ]
         


 "Piante di Iris"-Vincent Van Gogh

    


"Appoggiata alla luna"

di Maria Rosaria Perrone
-Pensa Editore-



 



Disclaimer

"Ci sono il noto e l'ignoto,
e in mezzo ci sono le porte"
-J.Morrison-

"Possono raccontarci tante bugie
e farle passare per verità,
Align Left
ma solo ciò che avviene
nella realtà
dei fatti è verità"
-Vulcanochimico
-

Ricevuto da:Irlanda

Ricevuto da: Heavenonearth,
Salvatore Sblando

Ricevuto da: Andrezej,
Donatodisanzo,Terzostato.
Valigetta



 


Wikio
 


BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

 

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog


28 luglio 2011

Poesie...Spiegazione necessaria


Ci sono versi – a volte poesie intere –
che neanch’io so cosa voglion dire. Quello
che non so
mi trattiene ancora. E tu hai ragione a chiedere.
Ma non chiedere a me.
Ti ho detto che non so.
Due luci parallele
dallo stesso centro. Il rumore dell’acqua
che cade, d’inverno, dalla grondaia colma
o il rumore di una goccia che stilla
da una rosa nel giardino annaffiato
lentamente, lentamente, una sera primaverile
come il singhiozzo di un uccello. Non so
cosa vuol dire questo rumore; e tuttavia l’accetto.
Le cose che so te le spiego. Non mi dimentico.
Ma anche queste cose aggiungono qualcosa
alla nostra vita. La guardavo
mentre dormiva, il ginocchio piegato ad angolo
sul lenzuolo –
Non era solo l’amore. Questo angolo
era il crinale della tenerezza, e il profumo
del lenzuolo, di pulito e di primavera completavano
quell’inspiegabile che ho tentato, ancora
inutilmente, di spiegarti.

-G.Ritsos-


Ghiannis Ritsos
nacque a Monemvasià nel 1909. Dopo un’infanzia segnata da gravi lutti familiari, nel 1926, colpito da tisi, fu ricoverato in sanatorio, dove rimase per tre anni. In seguito esercitò la professione di attore-ballerino e di copista in una banca. Nel 1933 entrò nelle file della sinistra, avviando un impegno politico che segnerà, spesso dolorosamente, la sua esistenza. Durante la guerra civile, il successivo governo di destra e la dittatura dei Colonnelli (1967-1974) fu ripetutamente incarcerato e deportato nei “campi di rieducazione nazionale”, ma restò sempre fedele ai suoi ideali di libertà e di giustizia sociale. L’impegno politico ebbe un’importanza centrale anche nella sua poesia, ma in Ritsos risuonano tutte le note, dolenti e gioiose, della grecità.
Ottenne numerosi riconoscimenti internazionali di grande prestigio, e fu candidato per anni al Premio Nobel per la Letteratura. Le sue poesie e molti suoi lavori teatrali sono stati tradotti in tutte le lingue europee.Dotato di un’incredibile facilità di versificazione, Ritsos è autore di oltre cento raccolte.
Ha inoltre tradotto Tolstoj, Hikmet, Ehrenburg, Jozef, Majakovskij, un’antologia di poeti rumeni e una di poeti cecoslovacchi. È morto nel 1990.È stato tradotto nelle principali lingue del mondo.(Crocetti editore)




24 luglio 2011

Pensieri Bonsai...Siamo poveri di coraggio


…Siamo poveri di coraggio,di quella virtù inagurale che rende possibile il nuovo,quello vero e non quello di plastica,quello povero e iniziale,non solo quello che sa solo afferrare,comprare e conquistare.Ed è il coraggio che non fa subire il torto,che fa ribellare,che fa dire la verità ai poteri di brillantina,di auto blu,di mani sudate,di prime pietre,di parate,di commemorazioni,di galoppini e di telefonini,di oscene  cerimonie in cui si bendice l’impudicizia del potere.

…Siamo poveri di beni pubblici perché essi possono solo venire se sono diffuse piccole dosi di coraggio,di rispetto per la bellezza e di riguardo per i luoghi di cui non si possono escludere gli altri.Saremo tutti più ricchi non quando avremo incrementato il nostro bottino privato ma quando avremo restituito a tutti le strade,le spiagge e i giardini,quando saremo guariti dalla ricerca ossessiva della separazione e della distinzione.Allora la bellezza tornerà a visitarci.Non è possibile togliere il potere ai piazzisti se non si scopre la differenza tra l’esperienza del mondo e il suo acquisto in offerta speciale.

-F.Cassano “Il pensiero meridiano”pag.18-20,Laterza-




21 luglio 2011

Pensieri Bonsai...Bellezza


"La bellezza ha un linguaggio celeste tutto suo, più elevato delle voci delle lingue e delle labbra. E’ un linguaggio senza tempo, comune a tutta l’umanità, un lago calmo che attira i ruscelli canori alle sue profondità e li mette a tacere. "

______________




19 luglio 2011

Poesie...Trainor,il farmacista


Trainor,il farmacista

Solo il chimico può dire, e non sempre,
cosa verrà fuori dall'unione
di fluidi o solidi.
E chi può dire
come uomini e donne reagiranno
fra loro, o quali figli ne risulteranno?
C'erano Benjamin Pantier e sua moglie,
buoni in sé stessi, ma cattivi l'uno con l'altro:
lui ossigeno, lei idrogeno,
loro figlio, un fuoco devastatore.
Io, Trainor, il farmacista, un mescolatore di sostanze chimiche,
morto mentre facevo un esperimento,
vissi senza sposarmi.

-Edgar Lee Masters”Antologia di Spoon River”trad.F.Pivano-


Trainor, the druggist

Only the chemist can tell, and not always the chemist,
what will result from compounding
Fluids or solids.
And who can tell
How men and women will interact
On each other, or what children will result?
There were Benjamin Pantier and his wife,
Good in themselves, but evils toward each other:
He oxygen, she hydrogen,
Their son, a devastating fire.
I Trainor, the druggist, a mixer of chemicals,
Killed while making an experiment,
Lived unwedded.









17 luglio 2011

Poesie...L'eternità



E' stata ritrovata!
-Cosa?-l'Etenità.
E' il mare unito
Al sole
-A.Rimbaud-





16 luglio 2011

Pensieri Bonsai...Sussurri dell'anima


(...)Bisognerebbe sempre “ascoltare” le parole che diciamo e quelle che ci vengono dette. Il timbro della voce, quella risata, l’eco di quel “ti amo”, di quel “ti voglio bene”, prestare attenzione a quel semplice “come stai?”. Contengono quasi sempre sussurri dell’anima che non sappiamo cogliere.
Bisognerebbe ascoltare e incidere nell’anima quei piccoli sussurri in dono, che distrattamente non ascoltiamo. Non dovremmo viverli distrattamente perché potrebbe essere che non la sentiremo più quella voce, che non rivedremo più quel volto e non riceveremo più in dono “altri sussurri di parole".(S. Stremiz)





14 luglio 2011

Poesie...L'attimo


Incurante del passato

assaporo del presente il piacere

allontano del futuro i pensieri

lentamente mi lascio dondolare

dal profumo dell’attimo.

 

Gusto il sapore primordiale

m’inebrio di emozione

proscrivo ogni ipocrisia

osservo e ignoro le miserie umane...

Quest’oggi dal sorriso

mi faccio cullare.

-Vulcanochimico-




12 luglio 2011

Sui cibi e sulle bevande:"La birra del cocchiere"

Il nome  Pawel Kwak deriva da un’antica specialità fiamminga,è una birra tradizionale ad alta fermentazione di colore rosso ambrato, forte(alcool 9%in volume),si ricorda soprattutto per  l’aroma  e il palato speziato. Questa birra è anche denominata “la birra del cocchiere” ed è prodotta da Bosteels,proprietaria è l’omonima famiglia da 200 anni e ben 7 generazioni.  Evarist Bosteels fondò la birreria nel 1791, la Kwak prende il nome da Pawel Kwak, come riportato nella sua etichetta, un locandiere dell'800 di Dendermonde che era solito servire la birra in un lungo bicchiere da lui inventato,che permetteva di essere agganciato agevolmente ad un apposito sostegno situato sulla carrozza vicino al posto del cocchiere. Questa invenzione fu fatta perché i cocchieri ed in particolare quelli delle carrozze postali  non potevano lasciare il carico neppure per bere una birra,con il bicchiere di Pawel Kwak potevano consumarla seduti in carrozza.

Lo speciale bicchiere inventato da Kwak  inferiormente è simile ad un’ampolla,al centro presenta una strozzatura,un collo simile ai matracci usati dai chimici,che gli permetteva come detto precedentemente l'aggancio alla carrozza. Ancora oggi,anche se non ci sono le carrozze il bicchiere viene utilizzato ed è denominato”cavaliere” proprio per la sua storia ed è agganciato e sorretto su una base di legno,ultriori informazioni potete leggere QUI

Un saluto a tutti e un grazie ad un amico che mi ha ispirato questo post...A presto

-Vulcanochimico-





11 luglio 2011

Poesie...Gaiezza


La gaiezza e' una brezza che ci solleva da terra

e ci depone altrove,in un luogo senza nome-

Non ci porta indietro,ma dopo un certo tempo

riscendiamo solari e siamo un po' piu' nuovi

per quell'ora passata in quella terra incantata.

-Emily Dickinson-





10 luglio 2011

Arte ed Emozioni...Luglio


-W.Waterhouse-

Bolle l'ardente luglio, e dalle case 

donne e donzelle fuor discaccia come

fuori dell'arnie, dove son ristrette,

fa sbucar l'api il villanel col zolfo.
- G.Gozzi-




sfoglia     giugno   <<  1 | 2  >>   agosto
 


Ultime cose
Il mio profilo



APPUNTI COSPARSI SU TEMI SPARSI
LECCELLENTE
OMBRACHECAMMINA
POCHIMABUONI
GRUPPOFOTOGRAFICO GAIRO'
POESIE E DINTORNI
MESLIER
POVEROBUCHARIN
IL_DITO_NELLA_PIAGA
SHAMALBLOG
PAOLO BORRELLO
ACCHIAPPAMOSCHE
LUPOSORDO
MARALAI
VOLIPINDARICI
KURTZ
PINOCOMUNE
DONATODISANZO
HEAVENON EARTH
GOCCIADIME
POLLONCOMBINAGUAI
FABIOLETTERARIO
IRLANDA
AEGAION
SPECCHIO
DAWOR***
LUIGI
ZADIG
TERZOSTATO
KERMIT
DANDO01
EFESTO
MOKELLA
HDR
L'APEGIULIA
VALIGETTA
SOGNIEBISOGNI
GENTECATTIVA
ES-SENZA
KILOMBO
TALENTOSPRECATO
REDLINE3
MARLA
FABIO.EVERGREEN
ROSSOANTICO
GALATEA
SHAMAL
DILWICA
GALILEO
POET@NDO
EVAKANT E DIABOLIK
LECCEPRIMA
BRINDISISERA
PANEACQUA


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom