.
Annunci online

  vulcanochimico [ chi ben comincia .... ]
         


 "Piante di Iris"-Vincent Van Gogh

    


"Appoggiata alla luna"

di Maria Rosaria Perrone
-Pensa Editore-



 



Disclaimer

"Ci sono il noto e l'ignoto,
e in mezzo ci sono le porte"
-J.Morrison-

"Possono raccontarci tante bugie
e farle passare per verità,
Align Left
ma solo ciò che avviene
nella realtà
dei fatti è verità"
-Vulcanochimico
-

Ricevuto da:Irlanda

Ricevuto da: Heavenonearth,
Salvatore Sblando

Ricevuto da: Andrezej,
Donatodisanzo,Terzostato.
Valigetta



 


Wikio
 


BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

 

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog


30 novembre 2011

Poesie...La poesia

La poesia attraversa la terra in solitudine,
appoggia la sua voce sul dolore del mondo
e niente chiede
- nemmeno parole.
Arriva da lontano e senza orario, non avverte mai;
ha la chiave della porta.
Entrando si sofferma sempre ad osservarci.
Poi apre la sua mano e ci offre
un fiore o un ciottolo, qualcosa di segreto,
ma tanto intenso che il cuore palpita
troppo veloce. E ci svegliamo.
-Eugenio Montejo-




25 novembre 2011

Pensieri Bonsai...Lottare


Lotto ogni giorno per non farmi derubare il sorriso.
-Vulcanochimico-




20 novembre 2011

Poesie...Parole

Siate cauti con le parole,
anche con quelle miracolose.
Per le miracolose facciamo del nostro meglio,
a volte sciamano come insetti
e non lasciano una puntura ma un bacio.
Possono essere buone come dita.
Possono essere sicure come la roccia
su cui incolli il culo.

Ma possono essere margherite e ferite.
Io sono innamorata delle parole.
Sono colombe che cadono dal tetto.
Sono sei arance sacre sedute sul mio grembo.
Sono gli alberi, le gambe dell’estate,
e il sole, il suo volto appassionato.

Ma spesso non mi bastano.
Ci sono così tante cose che voglio dire,
tante storie, immagini, proverbi, ecc.
Ma le parole non sono abbastanza buone,
quelle sbagliate mi baciano.
A volte volo come un’aquila
ma con le ali di un passero.

Ma cerco di averne cura
e di essere gentile con loro.
Le parole e le uova devono essere maneggiate con cura.
Una volta rotte
sono cose impossibili da aggiustare.

-Anne Sexton-





17 novembre 2011

Pensieri Bonsai....Perseverare

Non ti stancare mai di strappare spine, di seminare all'acqua e al vento. La storia non miete a giugno nè vendemmia a ottobre. Ha una sola stagione: il tempo. 
-Ignazio Buttitta-




12 novembre 2011

Pensieri Bonsai...Inventiamo una nuova società


«Oggi la nostra civiltà è civiltà di morte perché la globalizzazione, così come è applicata, è morte, è la supremazia dell’economia sull’uomo. Infatti apporta solo benefici economici

ai potenti obbligando i più poveri ad entrare nel ballo globale. Dovrebbe invece ampliare la cultura e l’educazione del popolo, non solo imporre un nuovo ordine economico. La cosa peggiore è che i Paesi più deboli devono entrarvi per sopravvivere.

Perché, invece, non inventiamo una nuova civiltà, quella dei nostri sogni, per creare la realtà?»

-Carlos Nejar-




11 novembre 2011

Poesie...Saggezza

-U.Mazzoni-

La nostra saggezza è quella dei fiumi.

Non ne abbiamo un'altra.

Persistere. Andare con i fiumi,

onda su onda.

 

I pesci incroceranno i nostri visi vuoti.

Intatti passeremo sotto la corrente

creata da noi e la nostra disperazione.

Passeremo limpidi.

  

E ci muoveremo

fiume dentro fiume,

corpo dentro corpo

come antichi velieri.

-Carlos Nejar-

(Da Árvore do mundo (1977). trad.Vera Lucìa de Oliveira)




6 novembre 2011

Pensieri Bonsai....Le nuvole

Vanno,vengono 
ogni tanto si fermano e quando si fermano sono nere come il corvo,sembra che ti guardano con malocchio.
Certe volte sono bianche e corrono e prendono la forma dell'airone o della pecora o di qualche altra bestia, ma questo lo vedono meglio i bambini che giocano a corrergli dietro per tanti metri …”




3 novembre 2011

Arte ed Emozioni...La chimica della poesia

 

(...) I poeti sono innanzitutto dei maghi che sanno aprire porte segrete. Sperimentano, da veri scienziati della parola (e del sentimento), prima di tutto su se stessi, il potere curativo di un verso, in grado di riconciliare il lettore con la vita (...)
Quasi di nascosto i poeti, scienziati sublimi e con così pochi riconoscimenti, continuano ancora oggi a scambiarsi pensieri di guarigione, dialogando con uomini e donne di altri secoli, trasformando, nel loro laboratorio di alambicchi, ogni tragedia personale in un balsamo a cura delle ferite riportate. A ragione Karen Blixen, scrittrice e pittrice danese, aveva annotato che ‘le perle sono come le favole dei poeti: un malanno trasformato in bellezza’ “.
-Miro Silvera da"Libroterapia-
 
La citazione della scrittrice danese Karen Blixen fatta da Miro Silvera è tratta da”Il pescatore di perle”,contenuto nell'opera "Capircci del destino"La scrittrice è inoltre conosciuta per due opere dalle quali sono stati tratti due film di successo dall’omonimo titolo:”La mia Africa” e “Il Pranzo di Babette”.
Il dipinto a me molto congeniale è del pittore spagnolo  Antonio Guzman Capel, artista autodidatta,che fin da bambino ha mostrato una qualità innata per il disegno e la pittura. Ha fatto la sua prima mostra quando aveva solo undici anni.A quattordici anni ha esposto le sue opere in Svizzera,dove è stato considerato dalla critica locale un genio della pittura,per la capacità di eseguire lavori così importanti in età giovane.In particolare sono da notare i densimetri con la zavorra in mercurio,sostanza questa ormai messa all'indice nella costruzione di strumenti di misura a causa della sua alta tossicità,oltre al fascino non solo dei contenitori,ma soprattutto della bilancia manuale a due piatti  con la mitica cassettiera ....
-Vulcanochimico-
 




1 novembre 2011

Poesie...Omaggio a Pier Paolo Pasolini

-Pier  Paolo Pasolini(Bologna 5 marzo 1922-Roma 2 novembre 1975)-

 

ALLA MIA NAZIONE

Non popolo arabo, non popolo balcanico, non popolo antico
ma nazione vivente, ma nazione europea:
e cosa sei? Terra di infanti, affamati, corrotti,
governanti impiegati di agrari, prefetti codini,
avvocatucci unti di brillantina e i piedi sporchi,
funzionari liberali carogne come gli zii bigotti,
una caserma, un seminario, una spiaggia libera, un casino!
Milioni di piccoli borghesi come milioni di porci
pascolano sospingendosi sotto gli illesi palazzotti,
tra case coloniali scrostate ormai come chiese.
Proprio perché tu sei esistita, ora non esisti,
proprio perché fosti cosciente, sei incosciente.
E solo perché sei cattolica, non puoi pensare
che il tuo male è tutto male: colpa di ogni male.
Sprofonda in questo tuo bel mare, libera il mondo.
 



sfoglia     ottobre        dicembre
 


Ultime cose
Il mio profilo



APPUNTI COSPARSI SU TEMI SPARSI
LECCELLENTE
OMBRACHECAMMINA
POCHIMABUONI
GRUPPOFOTOGRAFICO GAIRO'
POESIE E DINTORNI
MESLIER
POVEROBUCHARIN
IL_DITO_NELLA_PIAGA
SHAMALBLOG
PAOLO BORRELLO
ACCHIAPPAMOSCHE
LUPOSORDO
MARALAI
VOLIPINDARICI
KURTZ
PINOCOMUNE
DONATODISANZO
HEAVENON EARTH
GOCCIADIME
POLLONCOMBINAGUAI
FABIOLETTERARIO
IRLANDA
AEGAION
SPECCHIO
DAWOR***
LUIGI
ZADIG
TERZOSTATO
KERMIT
DANDO01
EFESTO
MOKELLA
HDR
L'APEGIULIA
VALIGETTA
SOGNIEBISOGNI
GENTECATTIVA
ES-SENZA
KILOMBO
TALENTOSPRECATO
REDLINE3
MARLA
FABIO.EVERGREEN
ROSSOANTICO
GALATEA
SHAMAL
DILWICA
GALILEO
POET@NDO
EVAKANT E DIABOLIK
LECCEPRIMA
BRINDISISERA
PANEACQUA


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom