.
Annunci online

  vulcanochimico [ chi ben comincia .... ]
         


 "Piante di Iris"-Vincent Van Gogh

    


"Appoggiata alla luna"

di Maria Rosaria Perrone
-Pensa Editore-



 



Disclaimer

"Ci sono il noto e l'ignoto,
e in mezzo ci sono le porte"
-J.Morrison-

"Possono raccontarci tante bugie
e farle passare per verità,
Align Left
ma solo ciò che avviene
nella realtà
dei fatti è verità"
-Vulcanochimico
-

Ricevuto da:Irlanda

Ricevuto da: Heavenonearth,
Salvatore Sblando

Ricevuto da: Andrezej,
Donatodisanzo,Terzostato.
Valigetta



 


Wikio
 


BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

 

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog


28 giugno 2010

Pensieri Bonsai...


"Chi vuole sul serio qualcosa trova una strada,gli altri una scusa"





26 giugno 2010

I Fiori Raccontano....La Violacciocca

La violacciocca il cui nome botanico è Matthiola,in onore del medico botanico, senese P.A.Mattioli. E’ originaria dell’ Europa Meridionale e dell’Africa, la violacciocca presenta fusti ramificati con foglie verdi, e in primavera produce delle spighe rivestite di fiori a quattro petali, molto profumati di colore bianco, rosa,violetto, giallo o porpora. Si dice che la violacciocca fosse il fiore preferito da Carlo Magno. Nella florigrafia è simbolo di sdegno e di fedeltà assoluta,una leggenda scozzese,infatti,narra la storia di una fanciulla che fu rinchiusa nella torre del castello di famiglia perché si rifiutava di sposare l’uomo scelto dal padre,perché innamorata di un altro uomo. Durante la fuga organizzata insieme all’amato,la fanciulla cadde lungo il muro della torre che era ricoperto da violacciocca,purtroppo ella morì. L’amato per ricordarla ed  in segno di fedeltà assoluta alla fanciulla portò un rametto di violacciocca sul cappello per tutta la vita.

Sullo sdegno....

 

"Chi opera nel bollor dello sdegno non può far nulla di bene"

 

Un saluto affettuoso a tutti...A presto

 

-Vulcanochimico-

 




23 giugno 2010

Pillole di Scienza...Alle origini dell'autismo

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/1/16/DNA_orbit_animated.gifLe persone che soffrono di autismo hanno nel loro DNA molte sequenze particolari, che possono ostacolare il funzionamento di alcuni geni. Lo afferma su Nature uno dei più ampi studi mai compiuti sulla malattia, che in realtà ha varie forme, caratterizzate da comportamenti ripetitivi, interessi ristretti e problemi nella comunicazione e nelle interazioni sociali.

I ricercatori hanno confrontato il DNA di quasi mille pazienti con quello di oltre 1.200 persone sane. Si sapeva che l’autismo ha una componente ereditaria, ma finora non erano stati individuati i geni da cui dipende. Questa volta i ricercatori si sono chiesti se le persone affette da autismo avessero un numero diverso di cnv, i segmenti di dna il cui numero varia da persona a persona. I cnv studiati sono rari e compaiono in meno dell’1 per cento della popolazione.

In effetti, chi ha una forma di autismo ha circa il 20 per cento in più di queste sequenze, che possono interrompere il funzionamento di alcuni geni, come quelli coinvolti nella proliferazione cellulare e nella comunicazione tra neuroni. Inoltre, si è visto che molte di queste “interruzioni” compaiono per la prima volta nella persona malata e non sono presenti nei genitori.(tratto da Nature)




18 giugno 2010

Pensieri Bonsai....Lettura e Amore

-"Woman Reading",1934 A.Deineka-

"Il tempo per leggere,come quello per amare,dilata il tempo per vivere"

-D.Pennac-

 

 




13 giugno 2010

Poesie....Estate

-"Campo di grano al tramonto"V.Van Gogh-

Estate

Improvvisamente fu piena estate.
I campi verdi di grano, cresciuti e
riempiti nelle lunghe settimane di piogge,
cominciavano a imbiancarsi,
in ogni campo il papavero lampeggiava
col suo rosso smagliante.

La bianca e polverosa strada maestra era arroventata,
dai boschi diventati più scuri risuonava più spossato,
più greve e penetrante il richiamo del cuculo,
nei prati delle alture, sui loro flessibili steli,
si cullavano le margherite e le lupinelle,
la sabbia e le scabbiose, già tutte in pieno rigoglio
e nel febbrile, folle anelito della dissipazione
dell'approssimarsi della morte
perché a sera si sentiva qua e là nei villaggi il chiaro,
inesorabile avvertimento delle falci in azione.

-H.Hesse-

 




5 giugno 2010

Arte ed Emozioni....Tra il nulla e l'infinito


-"Tra il nulla e l'infinito"G.Scaccabarozzi-

Tra un fiore colto e l'altro donato
l'inesprimibile nulla
-G.Ungaretti-





2 giugno 2010

Pensieri Bonsai...Sulla Libertà



Un saluto e una Buona Festa della Repubblica...A presto
-Vulcanochimico-



sfoglia     maggio        luglio
 


Ultime cose
Il mio profilo



APPUNTI COSPARSI SU TEMI SPARSI
LECCELLENTE
OMBRACHECAMMINA
POCHIMABUONI
GRUPPOFOTOGRAFICO GAIRO'
POESIE E DINTORNI
MESLIER
POVEROBUCHARIN
IL_DITO_NELLA_PIAGA
SHAMALBLOG
PAOLO BORRELLO
ACCHIAPPAMOSCHE
LUPOSORDO
MARALAI
VOLIPINDARICI
KURTZ
PINOCOMUNE
DONATODISANZO
HEAVENON EARTH
GOCCIADIME
POLLONCOMBINAGUAI
FABIOLETTERARIO
IRLANDA
AEGAION
SPECCHIO
DAWOR***
LUIGI
ZADIG
TERZOSTATO
KERMIT
DANDO01
EFESTO
MOKELLA
HDR
L'APEGIULIA
VALIGETTA
SOGNIEBISOGNI
GENTECATTIVA
ES-SENZA
KILOMBO
TALENTOSPRECATO
REDLINE3
MARLA
FABIO.EVERGREEN
ROSSOANTICO
GALATEA
SHAMAL
DILWICA
GALILEO
POET@NDO
EVAKANT E DIABOLIK
LECCEPRIMA
BRINDISISERA
PANEACQUA


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom