.
Annunci online

  vulcanochimico [ chi ben comincia .... ]
         


 "Piante di Iris"-Vincent Van Gogh

    


"Appoggiata alla luna"

di Maria Rosaria Perrone
-Pensa Editore-



 



Disclaimer

"Ci sono il noto e l'ignoto,
e in mezzo ci sono le porte"
-J.Morrison-

"Possono raccontarci tante bugie
e farle passare per verità,
Align Left
ma solo ciò che avviene
nella realtà
dei fatti è verità"
-Vulcanochimico
-

Ricevuto da:Irlanda

Ricevuto da: Heavenonearth,
Salvatore Sblando

Ricevuto da: Andrezej,
Donatodisanzo,Terzostato.
Valigetta



 


Wikio
 


BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

 

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog


7 marzo 2018

VOCI DI DONNE,NON SOLO MIMOSE...MARIA ROSARIA PERRONE


(Foto Steve Hanks)

Donne...
Le donne Donne 
raccontano i pensieri
ma guardano i fatti 
per amore si fanno
anche ingannare
ma non per idiozia 
Le donne Donne
capiscono i silenzi 
quelli d’intesa
ma anche quelli
vigliacchi. 
Le donne Donne
hanno i lividi 
nel cuore 
ma li sanno portare 
con dignità 
Le donne Donne
Possono essere
ammutolite 
ma hanno l’animo
grande
trovano la magia
in un sorriso e sanno
volare.
-Maria Rosaria Perrone-
da"Appoggiata alla luna"Pensa editore-




6 marzo 2018

VOCI DI DONNE,NON SOLO MIMOSE...ALEJANDRA PIZARNIK


(Foto Jackmac34,pixabay)


 Vertigini

Questo lillà perde i fiori.

Da sé medesimo cade

e cela la sua antica ombra.

Morirò di cose come questa.

- Alejandra Pizarnik-

 






5 marzo 2018

VOCI DI DONNE,NON SOLO MIMOSE...MARGE PIERCY


I gatti come gli angeli dovrebbero essere magri;

i maiali e i cherubini dovrebbero essere grassi.

La gente sta di solito nel mezzo, un nodo

d’osso che sporge dal ginocchio che vorresti

imbottire, un rotolo di ciccia che s’affaccia

alla cintura. Ti autopunisci,

una di quelle palle di gomma che hanno i bambini

che rimbalzano sempre sulla

paletta, ripicchiando sulla stessa superficie.

Vorresti essere snella e liscia

come una saetta.

Quando ero giovane

amavo uomini spinosi con ghigni ascetici

tutti gomiti e parole e cartilagini

costoluti come chiglie grigio-nebbia sulla riva,

facce taglienti che accecano

come lame lucenti, menti

rivolti al saccheggio come prore Egee.

 

Ora cerco uomini le cui pance serene

mostrano piacere per la carne e per la tavola,

uomini che vengono in cucina

e si siedono, che non pensano che pelando patate

gli diventi piccolo; uomini con dita

larghe e palle violette come fichi,

uomini con rughe sgualcite e l’aspetto

stropicciato adatto ai letti recentemente

usati bene.

Non ci è richiesto

di sembrare dei quattordicenni malnutriti

malgrado quello che impone

la moda. Tu sei fatto per tirare un carretto,

per sollevare un carico pesante e reggerlo,

e trascinarlo lungo la salita, e sono così

anch’io, corpi contadini, rustici, solidi

belle pentole d’argilla scura che sopportano

bene il fuoco. Quando mettiamo le pance

insieme non facciamo rumori metallici

rimbalziamo sulla tappezzeria buona.

-Marge Piercy (trad. di L. Magazzeni e A.Sirotti)

 

 

Marge Piercy, nata a Detroit nel 1936 da una famiglia operaia di umili origini, ha studiato alle Università del Michigan e dell’Illinois. La madre, di religione ebraica, la incoraggia alla lettura e alla scrittura. Piercy è sempre stata una poetessa impegnata per le cause sociali e politiche e ha combattuto per i diritti delle minoranze oppresse e delle donne. È una scrittrice straordinariamente prolifica con all’attivo oltre una diecina di romanzi e numerosi volumi di poesia.




2 marzo 2018

VOCI DI DONNE,NON SOLO MIMOSE...SIBILLA ALERAMO


Sfoglio le rose
che m'hanno veduta piangere e sorriderti
e poi ardere bianca,
e metto fra i petali le mie dita
come fra le tue mani,
petali dolci e freschi
che or lancerò nell'aria
cantando sommessa, o amato,
perché tu non ti volga...
-Sibilla Aleramo-




27 febbraio 2018

VOCI DI DONNE,NON SOLO MIMOSE..ALDA MERINI


-Illustrazione: OttoKim-

Il Grembiule

Oddio il mio grembiule
guarda come mi torno indietro
era una bobina di anima
ogni giorno un filo d’amore
ogni giorno quelle ore che mi massacravano

io ogni giorno non ridevo mai
e la sera tornavo così stanca
e vedevo mio marito che mi guardava
e io mi giravo dall’altra parte
ma il mio grembiule era pieno di rose
erano tutti i baci che avrei dato a lui
invece di quello sporco lavoro

non hanno voluto pagarmi
né il grembiule e neanche la vita
perché ero una donna che non poteva sognare
ero una volgare operaia
che in un giorno qualsiasi
e chissà perché
aveva perso di vista il suo grembiule
per pensare soltanto a lui.

-Alda Merini,da”Testamento”-




25 febbraio 2018

VOCI DI DONNE,NON SOLO MIMOSE..GIOCONDA BELLI


(Foto dal web)

Quando sarò vecchia
- se mai lo sarò -
e mi guarderò allo specchio
e mi conterò le rughe
come delicata orografia
di pelle distesa.
Quando potrò contare i segni
lasciati dalle lacrime
e dalle preoccupazioni
e il mio corpo risponderà lentamente
ai desideri,
quando vedrò la mia vita avvolta
in vene azzurre
in occhiaie profonde
e scioglierò i miei capelli bianchi
per andare a dormire presto
- come si deve -
quando verranno i nipotini
a sedersi sulle mie ginocchia
fiaccate dal passare di molti inverni,
so che il mio cuore – ribelle -
starà ancora ticchettando
e i dubbi e i vasti orizzonti
saluteranno ancora
i miei mattini.

-Gioconda Belli-

Anche quest'anno questo blog celebra la aGiornata Internazionale della Donn, che ricorre l'otto marzo con "Voci di Donne, non solo mimose". Non so quanto possano, ormai interessare e quante persone li leggeranno,vista la pigrizia nel leggere oltre i 140 caratteri. Non mi arrendo e continuo a spargere dei piccoli semi....Buona lettura.

-Vulcanochimico-




28 febbraio 2017

VOCI DI DONNE NON SOLO MIMOSE...I TANKA DI YOSANO AKIKO

Colombe

dal tetto della pagoda

i petali dei ciliegi cadono

nel vento di primavera -

scirverò la mia canzone sulle loro ali.

-Yosano Akiko-


Un fiore per Yosano Akiko




24 febbraio 2017

VOCI DI DONNE NON SOLO MIMOSE...CAROLINA MARIA DE JESUS

Molte scappavano alla mia vista
Credendo che non me ne accorgessi
Altre chiedevano di leggere
I versi che scrivevo
Era carta che raccattavo
Per pagare il mio vivere
E tra i rifiuti trovavo libri da leggere
Quante cose volli fare
Fui impossibilitata dal preconcetto
Quando mi spegnerò voglio 
rinascere
In un paese dove prevale il nero
Addio! Addio, morirò!
E lascio questi versi al mio paese
Se è (vero) che abbiamo il diritto di 
rinascere
Voglio un posto, dove il nero è 
felice.
-Carolina Maria De Jesus-


E' ormai una tradizione su questa pagina del mioblog,aspettare La Giornata Internazionale della Donna,pubblicando Voci di Donnedi tutto il mondo,attraverso poesie,citazioni,racconti.Per l'otto marzo nonsolo mimose,ma anche e soprattutto "Voci di Donne".

-Vulcanochimico-

Un fiore per Carolina Maria De Jesus





1 marzo 2016

VOCI DI DONNE,NON SOLO MIMOSE:IMAN MERSAL

Ho un nome musicale

Forse la finestra alla quale mi sedevo
preannunciava una gloria straordinaria.
sui miei quaderni scrivevo:
Iman…
Iscritta alla scuola elementare “Iman Mersal”
né la lunga bacchetta dell’insegnante
né le risate provenienti dai banchi in fondo potevano
farmi dimenticare la questione.

Pensavo di intitolarmi la nostra via
 a condizione che le nostre case venissero ampliate
e  che venissero costruite stanze segrete
affinché i miei amici potessero fumare a letto
senza essere visti dai fratelli maggiori.

Dopo aver abbattuto i soffitti per alleggerire lepareti
e avere tolto le scarpe delle nonne defunte, i vasi
e le scatole vuote che le madri hanno estratto dalla vita
dopo avere a lungo servito in altre strade.

 E’ anche possibile colorare le porte d’arancione
come simbolo di gioia…
e aprire dei fori affinché ciascuno
possa osservare le famiglie numerose
cosicché nessuno possa sentirsi più solo nella nostra strada.
“Gli esperimenti storici
sono frutto di grandi menti”
Così mi descriverebbero i passanti
mentre passeggiano sul bianco marciapiede
della strada che reca il mio nome.
[…]

Iman Mersal 

Come ogni anno, questo blog celebra la giornata internazionale della donna(non la festa) con
 VOCI DI DONNE e non solo mimose,pur amando immensamente i fiori...
-Vulcanochimico-




6 marzo 2015

Voci di donne,non solo mimose:Adriana Scarpa

Ma è saggezza rifugiarsi dentro i sogni?

o non piuttosto è scelta obbligata

per sfuggire agli ingranaggi della vita

che ci trascina come vuoti a perdere

e ci stritola nella morsa-abbraccio

di una discutibile realtà.

Accucciata nel buio

lascio / che tu venga ad incontrarmi

e stai sospeso tra il travetto e l'armadio 

come un pierrot sul filo della luna. 

Lieve s'intreccia il dialogo 

tesse una tela notturna su cui rugiade d'argento

indugiano sino all'alba.

-Adriana Scarpa-



sfoglia     febbraio        aprile
 


Ultime cose
Il mio profilo



APPUNTI COSPARSI SU TEMI SPARSI
LECCELLENTE
OMBRACHECAMMINA
POCHIMABUONI
GRUPPOFOTOGRAFICO GAIRO'
POESIE E DINTORNI
MESLIER
POVEROBUCHARIN
IL_DITO_NELLA_PIAGA
SHAMALBLOG
PAOLO BORRELLO
ACCHIAPPAMOSCHE
LUPOSORDO
MARALAI
VOLIPINDARICI
KURTZ
PINOCOMUNE
DONATODISANZO
HEAVENON EARTH
GOCCIADIME
POLLONCOMBINAGUAI
FABIOLETTERARIO
IRLANDA
AEGAION
SPECCHIO
DAWOR***
LUIGI
ZADIG
TERZOSTATO
KERMIT
DANDO01
EFESTO
MOKELLA
HDR
L'APEGIULIA
VALIGETTA
SOGNIEBISOGNI
GENTECATTIVA
ES-SENZA
KILOMBO
TALENTOSPRECATO
REDLINE3
MARLA
FABIO.EVERGREEN
ROSSOANTICO
GALATEA
SHAMAL
DILWICA
GALILEO
POET@NDO
EVAKANT E DIABOLIK
LECCEPRIMA
BRINDISISERA
PANEACQUA


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom