.
Annunci online

  vulcanochimico [ chi ben comincia .... ]
         


 "Piante di Iris"-Vincent Van Gogh

    


"Appoggiata alla luna"

di Maria Rosaria Perrone
-Pensa Editore-



 



Disclaimer

"Ci sono il noto e l'ignoto,
e in mezzo ci sono le porte"
-J.Morrison-

"Possono raccontarci tante bugie
e farle passare per verità,
Align Left
ma solo ciò che avviene
nella realtà
dei fatti è verità"
-Vulcanochimico
-

Ricevuto da:Irlanda

Ricevuto da: Heavenonearth,
Salvatore Sblando

Ricevuto da: Andrezej,
Donatodisanzo,Terzostato.
Valigetta



 


Wikio
 


BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

 

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog


9 maggio 2013

9 maggio 1978


http://www.wakeupnews.eu/wp-content/uploads/2012/05/A-impastato-+-moro.jpg
Molto spesso cose che sembrano lontane sono invece molto vicine.
Peppino Impastato e Aldo Moro,commemorarli significa esigere rivelazioni con nomi e cognomi,
conoscere le verità,solo così si possono ricordare e rendere loro giustizia.
-Vulcanochimico-





9 maggio 2011

Ricordati di ricordare :"di Peppino che infranse i comandamenti dei padri,sbeffeggiò il potere ed esplose sui binari"...era il 9 maggio 1978


-Felicia Impastato con la foto del figlio Peppino-




5 gennaio 2008

5 Gennaio 1948: Omaggio a Peppino Impastato…


-da:"I Cento Passi" di Marco Tullio Giordana-

Il film narra la storia di Peppino Impastato. Nella metà degli anni 50 Peppino è un bambino che vive a Cinisi dove è anche nato, un piccolo paese in provincia di Palermo. Nelle vicinanze di Cinisi sorge l’aeroporto di Punta Raisi, luogo strategico dove i potenti mafiosi locali sfruttano per i loro loschi traffici. Il Piccolo Peppino vive proprio a cento passi dalla casa di Tano Badalamenti, un boss mafioso con il quale la famiglia ha rapporti di amicizia sanciti dall’omertà. Molte volte Peppino chiede spiegazioni al padre sulle attività mafiose e il perché di alcuni comportamenti, ma le domande del piccolo Peppino rimangono senza risposte. Da adolescente aderisce ai movimenti del 1968, si allontana sempre più dagli insegnamenti del padre e aderisce ad una manifestazione contro l’ampliamento dell’aeroporto che sottrarrebbe le terre ai contadini. La sua posizione antimafiosa e sempre più viva e la fa sentire fondando un giornale locale e “Radio Aut”, provocando le ire del boss Badalamenti da lui soprannominato “Tano Seduto”. Nel 1978 si candida nelle elezioni comunali nella lista di Democrazia Proletaria. Viene assassinato nella notte tra l’8 e il 9 maggio del 1978, nel corso della campagna elettorale, con una carica di tritolo posta sotto il corpo adagiato sui binari della ferrovia.

Domani è il giorno della Befana,una carezza a tutti i bambini del mondo, che a causa delle scelleratezze degli adulti non hanno mai ricevuto in dono non solo giocattoli e caramelle, ma anche e soprattutto affetto e serenità.
-Vulcanochimico-



sfoglia     aprile        giugno
 


Ultime cose
Il mio profilo



APPUNTI COSPARSI SU TEMI SPARSI
LECCELLENTE
OMBRACHECAMMINA
POCHIMABUONI
GRUPPOFOTOGRAFICO GAIRO'
POESIE E DINTORNI
MESLIER
POVEROBUCHARIN
IL_DITO_NELLA_PIAGA
SHAMALBLOG
PAOLO BORRELLO
ACCHIAPPAMOSCHE
LUPOSORDO
MARALAI
VOLIPINDARICI
KURTZ
PINOCOMUNE
DONATODISANZO
HEAVENON EARTH
GOCCIADIME
POLLONCOMBINAGUAI
FABIOLETTERARIO
IRLANDA
AEGAION
SPECCHIO
DAWOR***
LUIGI
ZADIG
TERZOSTATO
KERMIT
DANDO01
EFESTO
MOKELLA
HDR
L'APEGIULIA
VALIGETTA
SOGNIEBISOGNI
GENTECATTIVA
ES-SENZA
KILOMBO
TALENTOSPRECATO
REDLINE3
MARLA
FABIO.EVERGREEN
ROSSOANTICO
GALATEA
SHAMAL
DILWICA
GALILEO
POET@NDO
EVAKANT E DIABOLIK
LECCEPRIMA
BRINDISISERA
PANEACQUA


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom