.
Annunci online

  vulcanochimico [ chi ben comincia .... ]
         


 "Piante di Iris"-Vincent Van Gogh

    


"Appoggiata alla luna"

di Maria Rosaria Perrone
-Pensa Editore-



 



Disclaimer

"Ci sono il noto e l'ignoto,
e in mezzo ci sono le porte"
-J.Morrison-

"Possono raccontarci tante bugie
e farle passare per verità,
Align Left
ma solo ciò che avviene
nella realtà
dei fatti è verità"
-Vulcanochimico
-

Ricevuto da:Irlanda

Ricevuto da: Heavenonearth,
Salvatore Sblando

Ricevuto da: Andrezej,
Donatodisanzo,Terzostato.
Valigetta



 


Wikio
 


BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

 

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog


28 febbraio 2011

Voci di donne,non solo mimose:Anaïs Nin

Caro collezionista, noi la odiamo.
Il sesso perde ogni potere quando diventa esplicito, meccanico, ripetuto, quando diventa un'ossessione meccanicistica. Diventa una noia.
Lei ci ha insegnato più di qualunque altro quanto sia sbagliato non mescolarlo all'emozione, all'appetito,al desiderio, alla lussuria, al caso, ai capricci, ai legami personali, a relazioni più profonde che ne cambiano il colore, il sapore, i ritmi, l'intensità.
Lei non sa cosa si perde con il suo esame al microscopio dell'attività sessuale, con l'esclusione
degli aspetti che sono il carburante che la infiamma.Componenti intellettuali, fantasiose emotive.Questo è quel che conferisce al sesso la sua struttura sorprendente, le sue trasformazioni sottili, i suoi elementi afrodisiaci.
Lei sta rimpicciolendo il mondo delle sue sensazioni.Lo sta facendo appassire, morir di fame, ne sta
prosciugando il sangue.Se lei nutrisse la sua vita sessuale con tutte le emozioni e le avventure che la passione inietta nella sessualità, sarebbe l'uomo più potente del mondo.
La fonte del potere sessuale è la curiosità, la passione. Lei sta lì a guardare questa fiammella
morire di asfissia. Il sesso non prospera nella monotonia. Senza emozioni, invenzioni, stati
d'animo, non ci sono sorprese a letto.
Il sesso deve essere innaffiato di lacrime,di risate, di parole, di promesse, di scenate,
di tutte le spezie della paura, di viaggi all'estero,di facce nuove, di romanzi, di racconti, di sogni, di fantasia, di musica, di danza, di oppio, di vino.
Quanto perde con questo suo periscopio sulla punta del pisello, quando invece potrebbe godersi un harem di meraviglie tutte diverse e mai ripetute! Non due peli uguali. Ma lei non ci permetterà di sprecare parole sui peli; neanche sugli odori, ma se ci dilunghiamo su questo argomento lei si mette a gridare:
"Lasciate perdere la poesia!"
Neanche due pelli con lo stesso incarnato,e mai la stessa luce, la stessa temperatura, le stesse ombre , mai gli stessi gesti; perché un'amante quando è infiammato veramente, può esprimere i toni più sottili di secoli d'arte amorosa.Quante sfumature, quanti cambiamenti d'età, quante variazioni di maturità e di innocenza,di perversità ed arte.
Siamo rimasti seduti per ore a chiederci che aspetto lei abbia. Se ha reso i suoi sensi indifferenti alla seta, alla luce, al colore, all'odore, al carattere, al temperamento.Ci sono tanti sensi minori, che buttano come tanti affluenti nel fiume del sesso, arricchendolo.
Solo il battito unito del sesso e dell'animo può creare l'estasi
.

-Anaïs Nin-


Questa è una lettera scritta da Anaïs Nin a suo nome e del suo compagno Henry Miller ad un anonimo signore che si faceva chiamare “il collezionista” e commissionava loro dei racconti erotici. Per  un periodo della loro vita la scrittura di questi racconti fu la loro fonte di sostentamento.”Il collezionista”,però non amava lo stile poetico dei due  scrittori e sottolineò loro di tralasciare nei racconti la poesia e scrivere di mero erotismo. Ciò provocò l’indignazione dei due scrittori ed in particolare di Anaïs,che inviò la lettera suddetta.

Un saluto e un buon inizio di settimana...

-Vulcanochimico-




27 luglio 2007

I fiori Raccontano...la timidezza,la sensualità: La Peonia

 E’ un fiore simbolo di femminilità, con corolle, morbide, lievi ed opulente. Su questo fiore si narrano molte leggende, una di esse racconta che il nome Peonia deriva dal dio Peone medico degli Dei, che fu tramutato in fiore in seguito all’aiuto che diede a Latona nel partorire Artemide ed Apollo. Nel medioevo la peonia era utilizzata come rimedio contro i dolori del parto, l’epilessia e la depressione. Le nostre conoscenze odierne ci fanno sapere che la peonia effettivamente contiene un alcaloide: la peonina, usato come antispasmodico e sedativo nei disturbi nervosi e della tosse. La peonia è un fiore molto diffuso in Europa, e si possono trovare anche esemplari allo stato selvatico, sulle pendici del monte Penice, sul lago di Garda,nel Canton Ticino. In Cina e in Giappone si coltivano di norma le specie arbustive di peonia, più grandi di quelle erbacee europee, in Cina anticamente era considerato il fiore degli imperatori, lo potevano coltivare e raccogliere solo loro, perché come da noi la rosa, la peonia in Cina era ed è considerata la regina dei fiori, nella antica Cina, infatti, era simbolo di sensualità e prosperità. Nel linguaggio dei fiori ha il significato di vergogna, timidezza e un’espressione francese che si rifà alla più diffusa varietà di colore rosso recita: "étre rouge comme une pivoine”(“arrossire come una peonia”) e si regala di solito alla donna amata dal carattere schivo, per accrescere il senso di sicurezza in se stessa,ma offrirle di colore bianco ad una signora è in ogni caso un gesto di raffinatezza.


Un buon fine settimana e un saluto.
-Vulcanochimico-







sfoglia     gennaio        marzo
 


Ultime cose
Il mio profilo



APPUNTI COSPARSI SU TEMI SPARSI
LECCELLENTE
OMBRACHECAMMINA
POCHIMABUONI
GRUPPOFOTOGRAFICO GAIRO'
POESIE E DINTORNI
MESLIER
POVEROBUCHARIN
IL_DITO_NELLA_PIAGA
SHAMALBLOG
PAOLO BORRELLO
ACCHIAPPAMOSCHE
LUPOSORDO
MARALAI
VOLIPINDARICI
KURTZ
PINOCOMUNE
DONATODISANZO
HEAVENON EARTH
GOCCIADIME
POLLONCOMBINAGUAI
FABIOLETTERARIO
IRLANDA
AEGAION
SPECCHIO
DAWOR***
LUIGI
ZADIG
TERZOSTATO
KERMIT
DANDO01
EFESTO
MOKELLA
HDR
L'APEGIULIA
VALIGETTA
SOGNIEBISOGNI
GENTECATTIVA
ES-SENZA
KILOMBO
TALENTOSPRECATO
REDLINE3
MARLA
FABIO.EVERGREEN
ROSSOANTICO
GALATEA
SHAMAL
DILWICA
GALILEO
POET@NDO
EVAKANT E DIABOLIK
LECCEPRIMA
BRINDISISERA
PANEACQUA


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom