.
Annunci online

  vulcanochimico [ chi ben comincia .... ]
         


 "Piante di Iris"-Vincent Van Gogh

    


"Appoggiata alla luna"

di Maria Rosaria Perrone
-Pensa Editore-



 



Disclaimer

"Ci sono il noto e l'ignoto,
e in mezzo ci sono le porte"
-J.Morrison-

"Possono raccontarci tante bugie
e farle passare per verità,
Align Left
ma solo ciò che avviene
nella realtà
dei fatti è verità"
-Vulcanochimico
-

Ricevuto da:Irlanda

Ricevuto da: Heavenonearth,
Salvatore Sblando

Ricevuto da: Andrezej,
Donatodisanzo,Terzostato.
Valigetta



 


Wikio
 


BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

 

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog


2 giugno 2010

Pensieri Bonsai...Sulla Libertà



Un saluto e una Buona Festa della Repubblica...A presto
-Vulcanochimico-




10 gennaio 2010

Sul pregiudizio...

Una ragazza stava aspettando il suo volo in una sala d'attesa di un grande aeroporto. Siccome avrebbe dovuto aspettare per molto tempo, decise di comprare un libro per ammazzare il tempo. Comprò anche un pacchetto di biscotti. Si sedette nella sala VIP per stare più tranquilla. Accanto a lei c'era la sedia con i biscotti e dall'altro lato un giovane di colore che stava leggendo il giornale.Quando cominciò a prendere il primo biscotto,anche il giovane ne prese uno; lei si sentì indignata ma non disse nulla e continuò a leggere il suo libro.Tra lei e lei pensò: "Ma tu guarda che schifo,che arroganza,che maleducazione…se solo avessi un po' più di coraggio,gliene direi quattro,tornatene al tuo Paese,prima di viaggiare impara ad essere civile...". Così ogni volta che lei prendeva un biscotto,il giovane di colore accanto a lei, senza fare un minimo cenno, ne prendeva uno anche lui. Continuarono fino a che non rimase solo un biscotto e la donna pensò: "Ah, adesso voglio proprio vedere cosa farà.…!" Il giovane di colore prima che lei prendesse l'ultimo biscotto lo divise a metà!
"Ah, questo è troppo", pensò e cominciò a sbuffare ed indignata si alzò di scatto,borbottò a bassa voce "i cafoni dovrebbero restare a casa", prese le sue cose, il libro e la borsa e si incamminò verso l'uscita della sala d'attesa.
Quando si sentì un po' meglio e la rabbia era passata, si sedette su una sedia lungo il corridoio per non attirare troppo l'attenzione e per evitare altri incontri spiacevoli. Chiuse il libro e aprì la borsa per infilarlo dentro quando....nell'aprire la borsa vide che il pacchetto di biscotti era ancora tutto intero nel suo interno. Capì solo allora che il pacchetto di biscotti uguale al suo era del giovane di colore che si era seduto accanto a lei e che però aveva diviso i suoi biscotti con lei senza sentirsi indignato,schifato, nervoso. Al contrario di lei che aveva sbuffato,ma che ora si sentiva sprofondare nella vergogna… (Anonimo)

                                     "E' più facile spezzare un atomo che un pregiudizio"
                                                                 -Albert Einstein-





11 agosto 2009

Film..."Mississippi Burning - Le radici dell'odio"


da "Missisipi Burning-Le radici dell'odio "di Alan Parker-

Missipi burning-Le radici dell’odio(1989) è un film di Alan Parker,interpretato da Gene Hackman e Willem Dafoe.E’ un film di denuncia sociale e politica, che si ispira a fatti realmente accaduti, riaprendo una delle pagine più agghiaccinati dell’America moderna.

La trama :”Nel giugno del 1964, in un piccolo centro della Contea di Nashuba, nel Mississippi, scompaiono misteriosamente tre giovani militanti del movimento dei diritti civili - due bianchi ebrei ed un nero. L'F.B.I. invia sul posto due agenti: Anderson(Gene Hackman), dai modi diretti e sbrigativi, ex sceriffo nel Mississippi ed ottimo conoscitore della realtà locale, e Alan Ward, proveniente dall'Università di Harvard, rispettoso delle regole della leggi, ma inconsapevole dei gravi problemi del sud. I due agenti , ostacolati nelle indagini sia dalla polizia locale sia dalla popolazione nera che teme ritorsioni da parte del Ku Klux Klan di cui ne fanno parte anche il sindaco,lo sceriffo e il vice-sceriffo.I sospetti degli agenti si concentrano proprio sul sindaco Tilman e sul vice-sceriffo Pell, la cui moglie, avendo manifestato le brutalità  del marito ad Anderson, consente a questi di trovare i cadaveri dei tre scomparsi. Ottenute, con i suoi discutibili metodi, ulteriori prove dei legami tra le autorità ed i membri del Ku Klux Klan, Anderson riesce a far processare e condannare tutti i responsabili.”

Il film ha vonto il Premio Oscar 1989 per la miglior fotografia e L’Orso d’Argento al festival di Berlino 1989 a Gene Hackman come attore protagonista.


-"Missisipi Burning-Le radici dell'odio"di Alan Parker-

Sul Razzismo...

"Gran brutta malattia il razzismo. Più che altro strana:
colpisce i bianchi, ma fa fuori i neri."
-Albert Einstein-




21 settembre 2008

CHIEDO SCUSA ALL'AFRICA, CHIEDO SCUSA A COLUI CHE TUTTO A PERDUTO...


Colui che tutto ha perduto

Risa di sole nella mia capanna
E le mie donne belle e flessuose
Eran palme alla brezza della sera
Scivolavano i figli sul gran fiume
Come morte profondo
E le mie piroghe lottavano coi coccodrilli
Materna, la luna s’univa alle danze
Frenetico e grave del tam-tam il ritmo
Tam-Tam di gioia Tam-Tam spensierato
Fra i fuochi di libertà
II
Poi un giorno, il silenzio...
Del sole i raggi parvero oscurarsi
Nella capanna d’ogni senso vuota
Le bocche rosse delle mie donne premevano
Le labbra dure e sottili dei conquistatori dagli occhi d’acciaio
E i figli miei lasciarono la quieta nudità
Per l’uniforme di ferro e di sangue
E più non ci siete, neppur voi
Tam-Tam delle mie notti, Tam-Tam dei miei padri
Le catene della schiavitù han straziato il mio cuore!
-Ndjock Ngana-(*)

Chiedo scusa a coloro che tutto hanno perduto...
Chiedo scusa a coloro che vengono in Italia con la speranza di trovare lavoro,
ma nella maggior parte dei casi trovano solo sfruttamento...
Chiedo scusa a coloro che hanno lasciato le loro capanne fatte d'affetti
per trovare in Italia catapecchie con alti affitti...
Chiedo scusa a coloro che hanno tutto perduto ...
-Vulcanochimico-

Money,money root of all evil...

(*)Ndjock Ngana è nato in Camerun nel 1952. Vive a Roma, dove lavora come operatore interculturale e dove è presidente dell’Associazione KEL’LAM Onlus




17 settembre 2008

Siamo tutti Abdul...


L'omicidio di Abdul Guibre è l'ennesima, tragica, dimostrazione che questo paese è davvero più insicuro: da quando il razzismo e la xenofobia sono stati sdoganati, da quando il "diverso" è stato additato come capro espiatorio di tutti i mali, le nostre città sono diventate il regno incontrastato di fascisti di vecchia e nuova generazione, più o meno consapevoli di esserlo. In segno di lutto e di solidarietà con la famiglia di Abdul, MicroMega ha modificato il proprio sito - www.micromega.net - per far posto ad un banner, "Siamo tutti Abdul", che invitiamo a diffondere nel web, e invita tutti i cittadini di Milano e tutti coloro che possono a partecipare ai funerali. Perché con Abdul è stata uccisa un'altra parte di democrazia in questo paese.


Comincia la scuola, costruiamo la cultura del dialogo e della pace...


Un saluto a tutti, problemi di connessione al momento mi impediscono di leggere vostri blog...A presto
-Vulccanochimico-



sfoglia     maggio        luglio
 


Ultime cose
Il mio profilo



APPUNTI COSPARSI SU TEMI SPARSI
LECCELLENTE
OMBRACHECAMMINA
POCHIMABUONI
GRUPPOFOTOGRAFICO GAIRO'
POESIE E DINTORNI
MESLIER
POVEROBUCHARIN
IL_DITO_NELLA_PIAGA
SHAMALBLOG
PAOLO BORRELLO
ACCHIAPPAMOSCHE
LUPOSORDO
MARALAI
VOLIPINDARICI
KURTZ
PINOCOMUNE
DONATODISANZO
HEAVENON EARTH
GOCCIADIME
POLLONCOMBINAGUAI
FABIOLETTERARIO
IRLANDA
AEGAION
SPECCHIO
DAWOR***
LUIGI
ZADIG
TERZOSTATO
KERMIT
DANDO01
EFESTO
MOKELLA
HDR
L'APEGIULIA
VALIGETTA
SOGNIEBISOGNI
GENTECATTIVA
ES-SENZA
KILOMBO
TALENTOSPRECATO
REDLINE3
MARLA
FABIO.EVERGREEN
ROSSOANTICO
GALATEA
SHAMAL
DILWICA
GALILEO
POET@NDO
EVAKANT E DIABOLIK
LECCEPRIMA
BRINDISISERA
PANEACQUA


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom