.
Annunci online

  vulcanochimico [ chi ben comincia .... ]
         


 "Piante di Iris"-Vincent Van Gogh

    


"Appoggiata alla luna"

di Maria Rosaria Perrone
-Pensa Editore-



 



Disclaimer

"Ci sono il noto e l'ignoto,
e in mezzo ci sono le porte"
-J.Morrison-

"Possono raccontarci tante bugie
e farle passare per verità,
Align Left
ma solo ciò che avviene
nella realtà
dei fatti è verità"
-Vulcanochimico
-

Ricevuto da:Irlanda

Ricevuto da: Heavenonearth,
Salvatore Sblando

Ricevuto da: Andrezej,
Donatodisanzo,Terzostato.
Valigetta



 


Wikio
 


BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

 

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog


5 agosto 2013

Poesie...E' Tempo


È tempo

che ci diciamo,
se è possibile dirci qualcosa,
e che ci diamo,
se è possibile darci qualcosa.
È tempo
ma ben presto pure lui 
ci verrà a mancare.
-Alojz Ihan- 

(trad. Jolka Milic)




21 agosto 2012

Poesie...Luna d'agosto


Quand'io non ci sarò, come in passato
la luna spunterà. Messaggio tenero
d'agosto. Il mare non vedrò che culla
ritmicamente il suo paesaggio eterno.
Che tristezza, romantica mia baia
di Santander! Sommersa in un ricamo
di sabbie. Nella sua cristalleria,
ermetica al mio viaggio dal presente.
Quando non ci sarò, quando una tinta
non rimarrà di questa luce mia,
e ruoterà la luna dissanguata
qui sull'avversa notte dell'estate,
verde freddo e notturno le sue croste.
Monti come profili di bisonti
con le stelle campate sulle teste.
Si vedranno volumi di montagne,
notte di navi, fredda notte d'onde,
ala d'infanzia morta che dispiumo,
solo un ricordo: tremolo di viole
grigio e sereno, un angelo di fumo.

-J.Hierro-

 






22 settembre 2011

Poesie...La gente che mi piace

-

-Jack Vettriano-

Mi piace la gente che vibra
che non devi continuamente sollecitare
e alla quale non c’è bisogno di dire cosa fare
perché sa quello che bisogna fare e lo fa.
Mi piace la gente che sa misurare
le conseguenze delle proprie azioni,
la gente che non lascia le soluzioni al caso.

Mi piace la gente giusta e rigorosa,
sia con gli altri che con se stessa,
purché non perda di vista che siamo umani
e che possiamo sbagliare.

Mi piace la gente che pensa
che il lavoro collettivo, fra amici,
è più produttivo dei caotici sforzi individuali.

Mi piace la gente che conosce
l’importanza dell’allegria.

Mi piace la gente sincera e franca,
capace di opporsi con argomenti sereni e ragionevoli.

Mi piace la gente di buon senso,
quella che non manda giù tutto,
quella che non si vergogna di riconoscere
che non sa qualcosa o si è sbagliata

Mi piace la gente che, nell’accettare i suoi errori,
si sforza genuinamente di non ripeterli.

Mi piace la gente capace di criticarmi
costruttivamente e a viso aperto:
questi li chiamo “i miei amici”.

Mi piace la gente fedele e caparbia,
che non si scoraggia quando si tratta
di perseguire traguardi e idee.

Mi piace la gente che lavora per dei risultati.
Con gente come questa mi impegno a qualsiasi impresa,
giacché per il solo fatto di averla al mio fianco
mi considero ben ricompensato.

-Mario Benedetti-




29 giugno 2011

Poesie...Gigli


Ho colto gigli splendidi e profumati,
pudicamente chiusi,
come una schiera di fanciulle innocenti.
Dai tremuli petali,
bagnati di rugiada,
ho bevuto profumo,
felicità, pace.
Il cuore batteva e tremava,
come per un dolore.
I pallidi fiori dondolavano la corolla,
di nuovo sognavo quella lontana
libertà,
quel paese dove sono
stata con te.
-Anna Achmatova-






16 giugno 2011

Poesie...I Portatori di Sogni


Tutte le profezie raccontano

 Che l'uomo creerà la propria distruzione.

 Ma i secoli e la vita che sempre si rinnova

 Hanno anche generato una stirpe di amatori e sognatori;

 uomini e donne che non sognano la distruzione del mondo,

 ma la costruzione di un mondo pieno di farfalle e usignoli.

 Li hanno chiamati illusi, romantici, pensatori di utopie,

 hanno detto che le loro parole sono vecchie

 e in effetti lo sono,

 perché la memoria del paradiso è antica

 nel cuore dell'uomo.

 Sono pericolosi - stampavano le grandi rotative

 Sono pericolosi - dicevano i presidenti nei loro discorsi

 Sono pericolosi - mormoravano gli artefici di guerra

Bisogna distruggerli- stampavano le grandi rotative

 Bisogna distruggerli - dicevano i presidenti nei loro discorsi

Bisogna distruggerli - mormoravano gli artefici di guerra

 I portatori di sogni conoscevano il loro potere

 e perciò non si sorprendevano.

E sapevano anche che la vita li aveva generati

 per proteggersi dalla morte annunciata dalle profezie.

 E perciò difendevano la loro vita anche con la morte.

 E perciò coltivavano giardini pieni di sogni

 che esportavano con grandi nastri colorati;

 e i profeti dell'oscurità passavano notti e giorni interi

 controllando tutti i passaggi ed i sentieri,

 cercando quei carichi pericolosi

 che non hanno mai potuto intercettare,

 perché chi non ha occhi per sognare

 non vede i sogni né di giorno né di notte.

 E nel mondo si è scatenato un gran traffico di sogni

 che i trafficanti della morte non riescono a bloccare;

 e dappertutto ci sono quei pacchetti con grandi nastri colorati

 che solo questa nuova stirpe di veri esseri umani può vedere

 E i semi dei loro sogni non si possono scoprire

 perché vanno avvolti in rossi cuori

 o in larghi vestiti di maternità

 dove i piedini sognatori caprioleggiano nei ventri che li vogliono portare.

- Gioconda Belli-


 





21 maggio 2011

Poesie...Tisane.84


C’era una volta una creatura che ogni volta che parlava le parole non scomparivano. Le camminavano proprio davanti o rimanevano lì e non scomparivano. Quando lei rincasava le parole lì stavano. Sull’uscio di casa delle altre creature tutti i giorni al mattino le parole riempivano i bidoni sino all'orlo e talune rotolavano persino a terra mentre in casa di quella creatura le parole non morivano. Riempivano tutta la casa e pure l’aria aveva parole intere. Allora un giorno la creatura comprese che facile è la sincerità e quando qualcuno dice che gli piacerebbe ritirarsi dentro un’arancia per dormire in verità un acino d’uva sarebbe sufficiente.
-Ana Hatherly-

Le Tisane di Ana Hatherly sono meditazioni poetiche sulla scrittura come pittura e filtro della vita....Un buon fine settimana a tutti.
-Vulcanochimico-




6 marzo 2011

Voci di donne,non solo mimose:Cora Coralina


Aninha e le sue pietre

Non lasciarti distruggere...
Aggiungi nuove pietre
E costruisci nuove poesie.
Reinventa la tua vita sempre, sempre
Rimuovi pietre e piante di rose e fai dolci. Ricomincia.
Fai della tua vita meschina
un poema.
E vivrai nel cuore dei giovani
e nella memoria delle generazioni che verranno.
Questa fonte è per l’uso di tutti gli assetati.
Prendi la tua parte.
Avvicinati a queste pagine
e non impedirne l’uso
a quelli che hanno sete.
-Cora Coralina-


Una buona domenica
-Vulcanochimico-





3 marzo 2011

Voci di donne,non solo mimose:Cecilia Meireles

Canzone
Misi il mio sogno in un’imbarcazione
e l’imbarcazione in mare;
– dopo, separai il mare con le mani,
per far naufragare il mio sogno.
Le mie mani ancora sono bagnate
del blu delle onde dischiuse,
e che il colore che scorre dalle mie dita
colori le sabbie deserte.
Il vento sta arrivando da lontano,
la notte si curva per il freddo;
sotto l’acqua va morendo
il mio sogno, dentro un’imbarcazione…
Piangerò quanto sarà necessario
per far ingrossare il mare,
e arrivare in fondo la mia imbarcazione
e il mio sogno far sparire.
Dopo, tutto sarà perfetto:
spiaggia rasa, acque ordinate,
i miei occhi aridi come roccia
e le mie mani infrante.




2 marzo 2011

Voci di donne,non solo mimose:Amal Al-Juburi



I volti

I volti sono l' interiorità nascosta,
i sensi,
la maschera del non detto.
I volti sono francobolli vidimati dal tempo,
uno scandalo che denuda i pensieri e le intenzioni.
I volti sono ricordi che deridono il loro passato.
I volti sono una pozione chimica in cui circolano le domande.
I volti sono lingue senza alfabeto.
I volti sono lettere che restano sempre chiuse.
-Amal Al-Juburi-





26 febbraio 2011

Voci di donne,non solo mimose:Clarissa Pinkola Estés



Preghiera

Rifiutati di cadere.
Se non puoi rifiutarti di cadere,
rifiutati di restare a terra.
Se non puoi rifiutarti di restare a terra,
leva il tuo cuore verso il cielo,
e come un accattone affamato,
chiedi che venga riempito,
e sarà riempito.
Puoi essere spinto giù.
Ti può essere impedito di risollevarti.
Ma nessuno può impedirti
di levare il tuo cuore
verso il cielo
soltanto tu.
E' nel pieno della sofferenza
che tanto si fa chiaro.
Colui che dice che nulla di buono da ciò venne,
ancora non ascolta.

-Clarissa Pinkola Estés-

Seguiranno da oggi altre "voci di donne" in ogni post fino all'otto di marzo.E' un mio modo di celebrare la giornata internazionale della donna,non solo con le mimose.Un saluto affettuoso a tutti,donne e uomini...A presto

-Vulcanochimico-





sfoglia     luglio        settembre
 


Ultime cose
Il mio profilo



APPUNTI COSPARSI SU TEMI SPARSI
LECCELLENTE
OMBRACHECAMMINA
POCHIMABUONI
GRUPPOFOTOGRAFICO GAIRO'
POESIE E DINTORNI
MESLIER
POVEROBUCHARIN
IL_DITO_NELLA_PIAGA
SHAMALBLOG
PAOLO BORRELLO
ACCHIAPPAMOSCHE
LUPOSORDO
MARALAI
VOLIPINDARICI
KURTZ
PINOCOMUNE
DONATODISANZO
HEAVENON EARTH
GOCCIADIME
POLLONCOMBINAGUAI
FABIOLETTERARIO
IRLANDA
AEGAION
SPECCHIO
DAWOR***
LUIGI
ZADIG
TERZOSTATO
KERMIT
DANDO01
EFESTO
MOKELLA
HDR
L'APEGIULIA
VALIGETTA
SOGNIEBISOGNI
GENTECATTIVA
ES-SENZA
KILOMBO
TALENTOSPRECATO
REDLINE3
MARLA
FABIO.EVERGREEN
ROSSOANTICO
GALATEA
SHAMAL
DILWICA
GALILEO
POET@NDO
EVAKANT E DIABOLIK
LECCEPRIMA
BRINDISISERA
PANEACQUA


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom