.
Annunci online

  vulcanochimico [ chi ben comincia .... ]
         


 "Piante di Iris"-Vincent Van Gogh

    


"Appoggiata alla luna"

di Maria Rosaria Perrone
-Pensa Editore-



 



Disclaimer

"Ci sono il noto e l'ignoto,
e in mezzo ci sono le porte"
-J.Morrison-

"Possono raccontarci tante bugie
e farle passare per verità,
Align Left
ma solo ciò che avviene
nella realtà
dei fatti è verità"
-Vulcanochimico
-

Ricevuto da:Irlanda

Ricevuto da: Heavenonearth,
Salvatore Sblando

Ricevuto da: Andrezej,
Donatodisanzo,Terzostato.
Valigetta



 


Wikio
 


BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

 

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog


3 novembre 2011

Arte ed Emozioni...La chimica della poesia

 

(...) I poeti sono innanzitutto dei maghi che sanno aprire porte segrete. Sperimentano, da veri scienziati della parola (e del sentimento), prima di tutto su se stessi, il potere curativo di un verso, in grado di riconciliare il lettore con la vita (...)
Quasi di nascosto i poeti, scienziati sublimi e con così pochi riconoscimenti, continuano ancora oggi a scambiarsi pensieri di guarigione, dialogando con uomini e donne di altri secoli, trasformando, nel loro laboratorio di alambicchi, ogni tragedia personale in un balsamo a cura delle ferite riportate. A ragione Karen Blixen, scrittrice e pittrice danese, aveva annotato che ‘le perle sono come le favole dei poeti: un malanno trasformato in bellezza’ “.
-Miro Silvera da"Libroterapia-
 
La citazione della scrittrice danese Karen Blixen fatta da Miro Silvera è tratta da”Il pescatore di perle”,contenuto nell'opera "Capircci del destino"La scrittrice è inoltre conosciuta per due opere dalle quali sono stati tratti due film di successo dall’omonimo titolo:”La mia Africa” e “Il Pranzo di Babette”.
Il dipinto a me molto congeniale è del pittore spagnolo  Antonio Guzman Capel, artista autodidatta,che fin da bambino ha mostrato una qualità innata per il disegno e la pittura. Ha fatto la sua prima mostra quando aveva solo undici anni.A quattordici anni ha esposto le sue opere in Svizzera,dove è stato considerato dalla critica locale un genio della pittura,per la capacità di eseguire lavori così importanti in età giovane.In particolare sono da notare i densimetri con la zavorra in mercurio,sostanza questa ormai messa all'indice nella costruzione di strumenti di misura a causa della sua alta tossicità,oltre al fascino non solo dei contenitori,ma soprattutto della bilancia manuale a due piatti  con la mitica cassettiera ....
-Vulcanochimico-
 




17 gennaio 2010

Poesie...La Poesia della Chimica :"Lo Spirito del Vino"...


ALCOOL ETILICO (Spirito di vino)

N'è semplice la formula:C
2
H5
(etile),
a cui s'attacca - è logico - il solito ossidrile.

S'ottiene nell'industria dalla fermentazione
del semplice glucosio,il quale si scompone
sotto la catalitica azione di fermenti,
enzimi, che si formano da cellule viventi.

Gli enzimi son moltissimi; varian secondo i casi;
quello che forma l'alcool ha il nome di zimasi.

L'anidride carbonica,nel corso del processo,
si svolge dal glucosio,insieme all'alcool stesso:
non è perciò da escludersi che nelle sue cantine
qualche inesperto enologo possa trovar la fine.

Poiché s'ottiene d'alcool acquosa soluzione,
dopo lo si purifica mercè distillazione;
si può in tal modo giungere a un alcool concentrato,
non tuttavia purissimo: dall'acqua è accompagnato.

Per aver l'alcool anidro,che chiamasi assoluto,
ridistillar necessita quello testé ottenuto,
con l'ossido di calcio mettendolo a contatto:
dopo, il calcio metallico lo disidrata affatto.

D'odor assai gradevole,senza colorazione,
con l'acqua esso si mescola in ogni proporzione:
anzi, se a tal proposito un po' dubbiosi foste,
potreste assicurarvene chiedendolo ad un oste.

Se come combustibile s'adopra, lo s'inquina
con certi corpi estranei, come la piridina,
per renderlo imbevibile;ma qualche sciagurato
tracanna anche quest'alcool,così denaturato.

Se puro, è assai venefico,ma stando un poco accorti
e alquanto diluendolo,resuscita anche i morti,
onde il liquore bacchico,dai tempi più remoti,
ha sempre innumerevoli legioni di devoti.

Di... vino alcool etilico,magnifico demonio,
materia in cui l'idrogeno,l'ossigeno e il carbonio
non sono aridi simboli,ma con sapiente giuoco
son diventati... spirito,luce, fragranza, fuoco,
tu che abbellisci agli uomini l'inconcludente vita,
che ardenti sogni susciti e con bontà squisita
uguagli al ricco il povero e l'ignorante al dotto,
tu, tu sei dell'organica il principal prodotto!
-A.Cavalere-
da “La Chimica in versi”

Un saluto affettuoso...A presto
-Vulcanochmico-




10 febbraio 2009

La poesia della chimica:“Perché la vita viva, ci vogliono le impurezze”...

“…Sulle dispense stava scritto un dettaglio che alla prima lettura mi era sfuggito,e cioè che il così tenero e delicato zinco, così arrendevole davanti agli acidi, che ne fanno un solo boccone, si comporta invece in modo assai diverso quando è molto puro: allora resiste ostinatamente all’attacco. Se ne potevano trarre due conseguenze filosofiche tra loro contrastanti: l’elogio della purezza, che protegge dal male come un usbergo; l’elogio dell’impurezza, che dà adito ai mutamenti, cioè alla vita. Scartai la prima, disgustosamente moralistica, e mi attardai a considerare la seconda, che mi era più congeniale. Perché la ruota giri, perché la vita viva, ci vogliono le impurezze, e le impurezze delle impurezze, anche nel terreno, come è noto, se ha da essere fertile. Ci vuole il dissenso, il diverso, il grano di sale e di senape: il fascismo non li vuole, li vieta, e per questo tu non sei fascista; vuole tutti uguali e tu non sei uguale. Ma neppure la virtù immacolata esiste, o se esiste è detestabile.Prendo dunque la soluzione di solfato di rame che è nel reagentario,aggiungine una goccia al tuo acido solforico,e vedi che la reazione si avvia:lo zinco si risveglia,si ricopre di una bianca pelliccia di bollicine d’idrogeno,ci siamo l’incantesimo è avvenuto,lo puoi abbandonare al suo destino e fare quattro passi in laboratorio a vedere che c’è di nuovo e cosa fanno gli altri…”
(tratto da “Zinco”, Il sistema Periodico di P.Levi pag.35,Einaudi)



sfoglia     ottobre        dicembre
 


Ultime cose
Il mio profilo



APPUNTI COSPARSI SU TEMI SPARSI
LECCELLENTE
OMBRACHECAMMINA
POCHIMABUONI
GRUPPOFOTOGRAFICO GAIRO'
POESIE E DINTORNI
MESLIER
POVEROBUCHARIN
IL_DITO_NELLA_PIAGA
SHAMALBLOG
PAOLO BORRELLO
ACCHIAPPAMOSCHE
LUPOSORDO
MARALAI
VOLIPINDARICI
KURTZ
PINOCOMUNE
DONATODISANZO
HEAVENON EARTH
GOCCIADIME
POLLONCOMBINAGUAI
FABIOLETTERARIO
IRLANDA
AEGAION
SPECCHIO
DAWOR***
LUIGI
ZADIG
TERZOSTATO
KERMIT
DANDO01
EFESTO
MOKELLA
HDR
L'APEGIULIA
VALIGETTA
SOGNIEBISOGNI
GENTECATTIVA
ES-SENZA
KILOMBO
TALENTOSPRECATO
REDLINE3
MARLA
FABIO.EVERGREEN
ROSSOANTICO
GALATEA
SHAMAL
DILWICA
GALILEO
POET@NDO
EVAKANT E DIABOLIK
LECCEPRIMA
BRINDISISERA
PANEACQUA


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom