.
Annunci online

  vulcanochimico [ chi ben comincia .... ]
         


 "Piante di Iris"-Vincent Van Gogh

    


"Appoggiata alla luna"

di Maria Rosaria Perrone
-Pensa Editore-



 



Disclaimer

"Ci sono il noto e l'ignoto,
e in mezzo ci sono le porte"
-J.Morrison-

"Possono raccontarci tante bugie
e farle passare per verità,
Align Left
ma solo ciò che avviene
nella realtà
dei fatti è verità"
-Vulcanochimico
-

Ricevuto da:Irlanda

Ricevuto da: Heavenonearth,
Salvatore Sblando

Ricevuto da: Andrezej,
Donatodisanzo,Terzostato.
Valigetta



 


Wikio
 


BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

 

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog


29 aprile 2010

Arte ed Emozioni....Cromo

-Les Fleurs du Mal - Chrome 2005 M.Newton-

CROMO
Inalterabile,grigio lucente,
s'ottiene libero semplicemente

nel forno elettrico per riduzione
d'ossido cromico con il carbone.

Son di tre serie i suoi composti,
i cui caratteri son quasi opposti.

Quella dell'acido cromico ha
metalloidiche le proprietà;

la serie cromica e la cromosa
l'hanno metalliche,ecco la cosa.

Alla solforica corrispondente,
la prima ha l'atomo esavalente.

Pochi ed instabili sono i cromosi;
gli altrui più stabili,più numerosi.

L'idrato cromico s'ha in generale
se a quello calcico s'aggiunge un sale.

o forse aggiungere meglio ancor è
ai sali cromici l'NH3.

Grigio azzurrognolo,in soluzione
con soda caustica si decompone.

Quando il solforico scioglie l'idrato,
oppure l'ossido,forma il solfato

e n'è violacea la soluzione,
ma in verde tingesi per riduzione;

poi, raffreddandolo,ricambia aspetto:
di nuovo tingesi d'un bel violetto,

poiché, si formano complessi ioni,
che causan simili trasformazioni.

Lo stesso dicasi pur del cloruro,
che s'ha dall'ossido con cloro puro:

sublima in lamine color viola,
che non si sciolgono nell'acqua sola

se non in seguito a ebollizione,
e quindi cambiano colorazione.

Or del triossido si parlerà,
con le anidridiche sue proprietà.

S'ha quando trattasi, a concentrato,
con il solforico un bicromato:

in aghi ottienesi rossi lucenti:
se impuri, instabili,deliquescenti.

Dando a notevole temperatura
l'ossido cromico,fonde e s'oscura;

parte d'ossigeno talmente rende
che in modo facile l'alcool accende.

L'acido cromico perfettamente
è a quel solforico corrispondente;

solo che libero noto non è:
acqua e triossido CrO3.

Cristallizzabili e colorati
in giallo ottengonsi però, cromati;

importantissimi quelli alcalini
s'han da un sal cromico che si combini,

fondendo all'aria,con carbonato;
poi col solforico s'ha il bicromato

evaporandone la soluzione.
Quello potassico rosso-arancione,

cede l'ossigeno e industrialmente
molto s'adopera come mordente.

-A.Cavaliere-







7 settembre 2007

La Poesia della Chimica....

 (°) [...]Già tutte le miniere sono magiche, da sempre . Le viscere della terra brulicano di gnomi, coboldi (cobalto!), niccoli (nichel!), che possono essere generosi e farti trovare il tesoro sotto la punta del piccone, o ingannarti, abbagliarti, facendo rilucere come l'oro la modesta pirite, o travestendo lo zinco con i panni dello stagno: e infatti, sono molti i minerali i cui nomi contengono radici che significano "inganno, frode, abbagliamento" . Anche quella miniera aveva una sua magia, un suo incanto selvaggio . In una collina tozza e brulla, tutta scheggioni e sterpi, si affondava una ciclopica voragine conica, un cratere artificiale, del diametro di quattrocento metri: era in tutto simile alle rappresentazioni schematiche dell'Inferno, nelle tavole sinottiche della Divina Commedia . Lungo i gironi, giorno per giorno, si facevano esplodere le volate delle mine: la pendenza delle pareti del cono era la minima indispensabile perché il materiale smosso rotolasse fino al fondo, ma senza acquistare troppo impeto . Al fondo, al posto di Lucifero, stava una poderosa chiusura a saracinesca: sotto a questa, era un breve pozzo verticale che immetteva in una lunga galleria orizzontale; questa, a sua volta, sboccava all'aria libera sul fianco della collina, a monte dello stabilimento . Nella galleria faceva la spola un treno blindato: una locomotiva piccola ma potente presentava i vagoni uno per uno sotto la saracinesca affinché si riempissero, poi li trascinava a riveder le stelle. [...]
                              -Primo Levi da"Il Sistema Periodico"(Nichel)-
                                 Un buon fine settimana a tutti...A presto
                                             -Vulcanochimico-

(*)Cliccando sull'immagine avrete qualche  informazione sul nichel



sfoglia     marzo        maggio
 


Ultime cose
Il mio profilo



APPUNTI COSPARSI SU TEMI SPARSI
LECCELLENTE
OMBRACHECAMMINA
POCHIMABUONI
GRUPPOFOTOGRAFICO GAIRO'
POESIE E DINTORNI
MESLIER
POVEROBUCHARIN
IL_DITO_NELLA_PIAGA
SHAMALBLOG
PAOLO BORRELLO
ACCHIAPPAMOSCHE
LUPOSORDO
MARALAI
VOLIPINDARICI
KURTZ
PINOCOMUNE
DONATODISANZO
HEAVENON EARTH
GOCCIADIME
POLLONCOMBINAGUAI
FABIOLETTERARIO
IRLANDA
AEGAION
SPECCHIO
DAWOR***
LUIGI
ZADIG
TERZOSTATO
KERMIT
DANDO01
EFESTO
MOKELLA
HDR
L'APEGIULIA
VALIGETTA
SOGNIEBISOGNI
GENTECATTIVA
ES-SENZA
KILOMBO
TALENTOSPRECATO
REDLINE3
MARLA
FABIO.EVERGREEN
ROSSOANTICO
GALATEA
SHAMAL
DILWICA
GALILEO
POET@NDO
EVAKANT E DIABOLIK
LECCEPRIMA
BRINDISISERA
PANEACQUA


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom