.
Annunci online

  vulcanochimico [ chi ben comincia .... ]
         


 "Piante di Iris"-Vincent Van Gogh

    


"Appoggiata alla luna"

di Maria Rosaria Perrone
-Pensa Editore-



 



Disclaimer

"Ci sono il noto e l'ignoto,
e in mezzo ci sono le porte"
-J.Morrison-

"Possono raccontarci tante bugie
e farle passare per verità,
Align Left
ma solo ciò che avviene
nella realtà
dei fatti è verità"
-Vulcanochimico
-

Ricevuto da:Irlanda

Ricevuto da: Heavenonearth,
Salvatore Sblando

Ricevuto da: Andrezej,
Donatodisanzo,Terzostato.
Valigetta



 


Wikio
 


BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

 

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog


10 luglio 2009

Sensazioni...

Le delusioni  che più feriscono sono quelle che ci danno le persone a noi care;persone alle quali crediamo sempre ed è proprio quando feriscono profondamente ed improvvisamente,che si preferisce rimanere in silenzio.
-Vulcanochimico-


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. delusione rispetto silenzio ferita

permalink | inviato da vulcanochimico il 10/7/2009 alle 15:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa



15 febbraio 2009

In certi casi...


"In certi casi ci vuole molto più coraggio a dire: io non ho niente da dire"

Così ha scritto un mio amico e io ...concordo pienamente

A voi tutti una buona giornata
-Vulcanochimico-




12 gennaio 2009

Poesie...


Oggi

la mia tristezza esigente
a starnazzarmi nell'anima
pesantemente
come scirocco
pregno di salsedine.

-A.Pozzi-





28 ottobre 2008

Arte ed Emozioni....Il grande "Vincent" e la profondità di" Fernando"


-"Sulla soglia dell'eternità"Vincent Van Gogh-

Nulla mi lega a nulla.
Voglio cinquanta cose allo stesso tempo.
Bramo con un'angoscia di fame di carne
quel che non so cosa sia -
definitivamente l'indefinito...
Dormo irrequieto e vivo in un irrequieto sognare
di chi dorme irrequieto, mezzo sognando.
Mi hanno chiuso tutte le porte astratte e necessarie,
Hanno abbassato le tende dal di dentro

di ogni ipotesi che avrei potuto vedere dalla via.
Non c'è nel vicolo trovato il numero di porta che mi hanno dato.
Mi sono svegliato alla stessa vita a cui mi ero addormentato.
Perfino i miei eserciti sognati sono stati sconfitti.
Perfino i miei sogni si sono sentiti falsi nell'essere sognati.(…)

-Fernando Pessoa-
 (da Lisbon Revisited-poesie di Alvaro de Campos)




12 maggio 2008

Poesie... Illusione


Andare raminga in cerca di una fugace emozione,
per intessere fantasie,costruire...castelli di sabbia.

Castelli di sabbia che donano piacere profondo,
ma scompaiono improvvisamente con un alito di vento,
un fruscio d'acqua, un gesto...

Lasciandomi...l'amarezza della delusione.
-Vulcanochimico-




16 aprile 2008

Film..."Quel che resta del giorno"...L'amarezza,la malinconia per ciò che poteva essere e non è stato...


-tratto da"The remains of the day"di J.Ivory 1993-
 

Quel che resta del giorno”( titolo originale The remains of the day) è un film del regista James Ivory. E’ il 1958, Stevens(Anthony Hopkins) modello perfetto di maggiordomo inglese dopo aver fedelmente servito per decenni Lord Darligton, sfruttando i giorni di ferie concessi dal nuovo proprietario del castello Mister Lewis(C. Reeve)sta attraversando l’Inghilterra per trovare Miss Kenton(Emma Thompson) già governante a Darligton House. Durante il viaggio, Stevens ricorda gli anni passati al servizio di Lord Darlington. Si rende conto che la sua ammirata fedeltà per il padrone era mal riposta e che nella totale identificazione nel proprio ruolo ha fallito la sua vita. Sempre così assorbito dalle sue faccende, dalle sue domestiche incombenze, da trascurare il padre morente, e da rinnegare i suoi sentimenti verso la bella e giovane governante, Miss Kenton, legati da un rapporto forte e intenso. Tutto ciò accadeva, mentre Lord Darlington portava avanti il suo patto con i nazisti, in un gioco politico sbagliato e pericoloso. Stevens viaggia proprio verso Miss Kenton, da poco tempo separatasi dall'uomo che sposò dopo aver lasciato lui ed essersi licenziata; spera di convincerla a tornare a Darlington Hall. E’ un film amaro e malinconico; a mio parere magistrale è l’interpretazione di A.Hopkins ed E.Thompson, splendida la fotografia. Il film è tratto dall’omonimo romanzo del giapponese Kazuo Ishiguro -Vulcanochimico-




22 febbraio 2008

Poesie...Alla Speranza

 

TO HOPE
- JOHN KEATS (1815) -

When by my solitary hearth I sit,
And hateful thoughts enwrap my soul in gloom;When no fair dreams before my "mind's eye" flit,
And the bare heath of life presents no bloom;Sweet Hope, ethereal balm upon me shed,And wave thy silver pinions o'er my head.Whene'er I wander, at the fall of night,Where woven boughs shut out the moon's bright ray,Should sad Despondency my musings fright,
And frown, to drive fair Cheerfulness away,Peep with the moon-beams through the leafy roof,
And keep that fiend Despondence far aloof.Should Disappointment, parent of Despair,Strive for her son to seize my careless heart;
When, like a cloud, he sits upon the air,
Preparing on his spell-bound prey to dart:Chace him away, sweet Hope, with visage bright,And fright him as the morning frightens night!Whene'er the fate of those I hold most dear
Tells to my fearful breast a tale of sorrow,O bright-eyed Hope, my morbid fancy cheer;Let me awhile thy sweetest comforts borrow:
Thy heaven-born radiance around me shed,And wave thy silver pinions o'er my head!Should e'er unhappy love my bosom pain,
From cruel parents, or relentless fair;
O let me think it is not quite in vain
To sigh out sonnets to the midnight air!
Sweet Hope, ethereal balm upon me shed,
And wave thy silver pinions o'er my head!
In the long vista of the years to roll,
Let me not see our country's honour fade:
O let me see our land retain her soul,
Her pride, her freedom; and not freedom's shade.
From thy bright eyes unusual brightness shed-Beneath thy pinions canopy my head!
Let me not see the patriot's high bequest,
Great Liberty! how great in plain attire!
With the base purple of a court oppress'd,
Bowing her head, and ready to expire:
But let me see thee stoop from heaven on wings
That fill the skies with silver glitterings!
And as, in sparkling majesty, a star
Gilds the bright summit of some gloomy cloud;
Brightening the half veil'd face of heaven afar:
So, when dark thoughts my boding spirit shroud,
Sweet Hope, celestial influence round me shed,
Waving thy silver pinions o'er my head.

 

ALLA SPERANZA
-JOHN KEATS (1815) -

Quando solo siedo al mio focolare,
E odiosi pensieri mi vestono di tristezza,
Quand'anche i sogni vengon a meno all'occhio della mente,E non ci son fiori per la nuda brughiera della vita,
Tu, dolce Speranza, profumami di magia:
Sì, portami via sulle tue ali d'argento.
Se, colto dalla notte dove i rami intrecciati
Escludono il raggio lucente della luna,
il tetro Sconforto impaurisse i miei pensieri,
E, accigliato, fuggisse la dolce Allegria,
Ti prego, un raggio affaccia di luce per lo sconnesso
Tetto di paglia, scaccia lo Sconforto Maledetto.
E se la Delusione, madre dell'Angoscia,
La figlia spingesse a predare il mio cuore sbadato,
Quando, come una nube, sull'aria assisa
S'appresta a colpire la vittima ammaliata,
Tu cacciala via, dolce Speranza, col tuo viso di luce
Spaventala, come la mattina quando terrorizza la notte.
Quando il destino racconta, di quelli che più amo,
Storie di dolore al mio cuore spaventato,
Tu, Speranza, occhi di luce, la mia fantasia
Morbosa rallegra, dammi dolce conforto:
Illuminami di cielo, danza
Sul mio capo con le tue ali d'argento.
E se di genitori crudeli o d'amante spietata
Dovesse mai squarciarmi il petto un amore infelice,
Non lasciare che io possa credere sprecata
La mia poesia, singhiozzata nell'aria notturna.
Tu, dolce Speranza, profumami di magia:
Sì, portami via sulle tue ali d'argento.
E quando guardo la teoria degli anni futuri,
Fa ch'io non veda l'onore del mio paese svanire:
Conservi l'anima la nostra terra, e la libertà,
L'orgoglio: non voglio, Speranza, fantasmi.
Dai tuoi occhi di luce riversa insolita radianza
E poi coprimi, con le tue ali d'argento.
Stupenda Libertà, grandezza in veste dimessa!
Ch'io non scorga mai quest'alta eredità
Dalla vile porpora della legge oppressa,
La testa chinata, pronta a morire:
Affacciata dal cielo, splendente,
Te, Speranza, con ali d'argento, voglio vedere apparire.
Come quando con regalità lucente una stella
Indora la cima chiara d'una nuvola scura
Accendendo il mezzo volto velato del cielo,
Così, se pensieri di tenebra il mio spirito presago
Avvolgono in un sudario, tu, dolce Speranza,
Con ali d'argento sul mio capo, spargimi d'azzurro.

 




22 novembre 2007

Le Mie Emozioni e i Vostri Pensieri...

 Vorrei poter raccontare cose belle,ma purtroppo nell'ultimo periodo non ne ho da scrivere,non essendo avvezza alle bugie per "spararmi le pose" e sognando sempre di meno,chiudendo ormai a doppia mandata il cassetto dei sogni,mi risulta difficile farlo.Pertanto affido le mie emozioni alle vostre parole...E io..."speriamo che me la cavo".


-"Faithful Dreams"by Pino-

“La pasta di cui sono fatti i sogni è quella dei ricordi... e la speranza è una forma di nostalgia.”
-Meslier  21/11/2005 alle 23:37 -




30 settembre 2007

Citazioni...




2 agosto 2007

Amarezza e Delusione....

  Sono andata a ritirare previa telefonata di un’amica dei documenti che dovevo far pervenire ad altra persona. Ho affrontato il traffico cittadino, un caldo micidiale per fare ciò e consegnare tutto. La persona destinataria dei documenti non si è fatta viva per tre giorni,nonostante avessi comunicato,mi manda una mail facendomi capire,non lo ha scritto chiaramente, che i documenti che avevo prelevato potevo tenermeli e anzi affermava che il mio prodigarmi non era altro che una scusa per giungere, testuali parole: “a scopi non dichiarati”. Credo si possa immaginare l’amarezza,lo sconforto che ho dentro di me e lo sforzo di trattenere le lacrime,soprattutto perchè il mio unico scopo era fare una gentilezza ad una persona che è mia amica da una vita…ma forse è talmente impegnata nei suoi successi personali che dimentica amicizie vere e ogni cosa o azione è criticabile negativamente. Mi dispiace tantissimo e vorrei chiudere questo mio post con una citazione che non ricordo bene se l’autore è F.Nietzesche:“Alle persone che non amiamo imputiamo a colpa le gentilezze che ci fanno”.
Un saluto e ogni bene sempre,io sono al solito posto e la mia casa e il mio cuore d’amica sono sempre sinceramente aperti…
                                     A tutti voi un abbraccio affettuoso....A presto
                                                       -Vulcanochimico-




sfoglia     giugno        agosto
 


Ultime cose
Il mio profilo



APPUNTI COSPARSI SU TEMI SPARSI
LECCELLENTE
OMBRACHECAMMINA
POCHIMABUONI
GRUPPOFOTOGRAFICO GAIRO'
POESIE E DINTORNI
MESLIER
POVEROBUCHARIN
IL_DITO_NELLA_PIAGA
SHAMALBLOG
PAOLO BORRELLO
ACCHIAPPAMOSCHE
LUPOSORDO
MARALAI
VOLIPINDARICI
KURTZ
PINOCOMUNE
DONATODISANZO
HEAVENON EARTH
GOCCIADIME
POLLONCOMBINAGUAI
FABIOLETTERARIO
IRLANDA
AEGAION
SPECCHIO
DAWOR***
LUIGI
ZADIG
TERZOSTATO
KERMIT
DANDO01
EFESTO
MOKELLA
HDR
L'APEGIULIA
VALIGETTA
SOGNIEBISOGNI
GENTECATTIVA
ES-SENZA
KILOMBO
TALENTOSPRECATO
REDLINE3
MARLA
FABIO.EVERGREEN
ROSSOANTICO
GALATEA
SHAMAL
DILWICA
GALILEO
POET@NDO
EVAKANT E DIABOLIK
LECCEPRIMA
BRINDISISERA
PANEACQUA


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom