.
Annunci online

  vulcanochimico [ chi ben comincia .... ]
         


 "Piante di Iris"-Vincent Van Gogh

    


"Appoggiata alla luna"

di Maria Rosaria Perrone
-Pensa Editore-



 



Disclaimer

"Ci sono il noto e l'ignoto,
e in mezzo ci sono le porte"
-J.Morrison-

"Possono raccontarci tante bugie
e farle passare per verità,
Align Left
ma solo ciò che avviene
nella realtà
dei fatti è verità"
-Vulcanochimico
-

Ricevuto da:Irlanda

Ricevuto da: Heavenonearth,
Salvatore Sblando

Ricevuto da: Andrezej,
Donatodisanzo,Terzostato.
Valigetta



 


Wikio
 


BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

 

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog


25 febbraio 2009

Fumetti....Le donne del fumetto: Betty Boop

La prima donna in ordine di tempo protagonista di un fumetto è stata Betty Boop,bisogna aggiungere che a causa della malizia che caratterizzava la sua figuretta ebbe vita dura:i benpensanti,infatti,ne sollecitavano la censura,erano gli anni trenta. Betty Boop nacque dalle matite “irriverenti”dei fratelli Max e Dave Fischer nel 1931, prima nel mondo del cinema. Dopo entrò in quello dei fumetti con moltissime tavole domenicali a colori, riscuotendo un grandissimo successo, soprattutto tra gli adulti. Betty Boop rappresentava il prototipo di diva del cinema di quegli anni, pare somigliasse così tanto ad una star della canzone,una certa Helen Kane che ad un certo punto decise di querelare il disegnatore. Betty era una specie di “bambola” con una gran testa ornata di riccioli neri,due occhioni sempre spalancati e muniti di ciglia finte,una boccuccia a forma di cuore;indossava sempre vestiti attillati e cortissimi,scarpe con tacchi a spillo. Le avventure di questa divertente “vamp”della storia del fumetto continuarono fino al 1939,cioè fino a quando Max Fischer decise di interromperle per far cessare gli attacchi infuocati che i moralisti continuavano a sferrargli.Nonostante le censure e la prematura scomparsa dagli schermi Betty Boop è ancora oggi uno dei personaggi più famoso del mondo dei fumetti e della animazione.

                                              Un saluto e una buona giornata a tutti...A presto
                                                                       -Vulcanochimico-




16 dicembre 2007

Canzoni...Maramao e... i tanti interrogativi

 Maramao il celebre motivetto degli anni '30 cantata dal Trio Lescano,che ascoltate in sottofondo, ha posto ieri ed oggi tanti interrogativi,uno di questi ve lo propongo con un piacevole articolo scritto da Alfio Tarullo:
                                                 Maramao perché sei morto ?
I versi del refrain della celebre canzonetta italiana degli anni quaranta sono tratti da una ballata popolare barese ?
                                                       -----oooOooo-----
Nell'Italietta fascista degli anni quaranta, prima dell'entrata in guerra e durante il conflitto bellico, tra le tante insipienti canzonette scacciapensieri , furoreggiava il motivetto, orecchiabile e ritmato, del maestro Panzeri, su testo del paroliere M.C.Consiglio: La canzone si chiamava "Maramao"(anno 1939-Ediz.Melodi) ; il refrain della canzonetta, che tutti fischiettavano come antidoto alle angosce della guerra in corso, recitava così, nel suo vacuo nonsenso : """ Maramao, perchè sei morto? - pane e vin non ti mancava - l'insalata era nell'orto- ma una casa avevi tu """ ( Maramao era un gatto...)
Era il lamento d'una padroncina per la morte del gattino che aveva pane, vino e insalata, insomma una bestiola a cui non mancava niente ( era libera la caccia ai topi, si sottintende, nel giardino di casa) eppure era morta. Versetti stupidi, si disse, ma originali e buffi: distoglievano il pensiero dagli affanni quotidiani che affliggevano gli italiani "in guerra". Siano lodi al maestro Panzeri e al paroliere M. Consiglio.
Ma ecco il colpo di scena , altro che versetti da Italietta :                                                              Leggevo, qualche giorno fa, un libro di Antonio Lucarelli, insigne professore e storico del Risorgimento, nato ad Acquaviva delle Fonti , nel 1874, la cui prima edizione venne edita a Bari nel 1922 "Il sergente Romano", storia del brigantaggio politico in Puglia dopo il 1860 ed ho scoperto che ... ma leggiamo quanto riportato da Lucarelli (la presente riedizione é pubblicata dall'editrice Palomar di Bari nel 2003) a pag.108 del volumetto allorché scrive dei vari briganti ,fra i quali Riccardo Colasuonno (detto Ciucciariello) di Andria e del cordoglio patriottico- reazionario per la loro morte fra i ceti popolari che compiangeva i partigiani del Borbone :"" di quasi tutti codesti briganti è ancor viva la memoria nel popolino di Puglia. Parrà strano; ma proprio di questi giorni ho sentito cantare da una donna del volgo, qui a Bari, una strofe del tenore seguente :
Ciucciarielle, peccè si muerte ? - Pane e vine non t'è mancate - La 'nzalate stè all'uérte - Ciucciarelle, peccè si muerte ? ""
Quindi diciassette anni prima di <<Maramao perché sei morto, ballata funebre in onore d'un gattino padronale>>, a Bari si cantava "Ciucciarielle peccè si muerte" , ma quel che colpisce è il riferimento, in entrambe le canzonette, al pane e vino che non mancava e all'insalata che era nell'orto.
Se si tratta di una coincidenza è davvero sbalorditiva...
Se invece non lo è, il buon paroliere Consiglio come faceva a conoscere la ballata popolare pugliese che Antonio Lucarelli asserisce nel 1922 (epoca di pubblicazione del libro) aver sentito cantare da una donna a Bari ? Certamente l'avrà udita intonare da qualche nostra bella popolana avvezza a canticchiare per strada, come tant'altre donne del volgo : allora s'usava,e questi canti tradizionali rendevano il vivere più lieto (o meno tragico!)
Allora : Maramao perchè sei morto ? E' posteriore a Ciucciariello, il brigante Colasuonno ucciso dai Piemontesi...-Alfio Tarullo-
Maramao,un motivetto banale,ma che racconta molta storia,era considerata infatti una canzone delle cosidette "canzoni della fronda" e F.De Gregori ha dichiarato:"Io non avrei mai sospettato che una canzone come 'Maramao perché sei morto?' potesse procurare dei problemi con la censura". Altre notizie e interrogativi li potete leggere Qui
                                      Un caro saluto a tutti e una buona giornata
                                                          -Vulcanochimico
-

 



sfoglia     gennaio        marzo
 


Ultime cose
Il mio profilo



APPUNTI COSPARSI SU TEMI SPARSI
LECCELLENTE
OMBRACHECAMMINA
POCHIMABUONI
GRUPPOFOTOGRAFICO GAIRO'
POESIE E DINTORNI
MESLIER
POVEROBUCHARIN
IL_DITO_NELLA_PIAGA
SHAMALBLOG
PAOLO BORRELLO
ACCHIAPPAMOSCHE
LUPOSORDO
MARALAI
VOLIPINDARICI
KURTZ
PINOCOMUNE
DONATODISANZO
HEAVENON EARTH
GOCCIADIME
POLLONCOMBINAGUAI
FABIOLETTERARIO
IRLANDA
AEGAION
SPECCHIO
DAWOR***
LUIGI
ZADIG
TERZOSTATO
KERMIT
DANDO01
EFESTO
MOKELLA
HDR
L'APEGIULIA
VALIGETTA
SOGNIEBISOGNI
GENTECATTIVA
ES-SENZA
KILOMBO
TALENTOSPRECATO
REDLINE3
MARLA
FABIO.EVERGREEN
ROSSOANTICO
GALATEA
SHAMAL
DILWICA
GALILEO
POET@NDO
EVAKANT E DIABOLIK
LECCEPRIMA
BRINDISISERA
PANEACQUA


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom