.
Annunci online

  vulcanochimico [ chi ben comincia .... ]
         


 "Piante di Iris"-Vincent Van Gogh

    


"Appoggiata alla luna"

di Maria Rosaria Perrone
-Pensa Editore-



 



Disclaimer

"Ci sono il noto e l'ignoto,
e in mezzo ci sono le porte"
-J.Morrison-

"Possono raccontarci tante bugie
e farle passare per verità,
Align Left
ma solo ciò che avviene
nella realtà
dei fatti è verità"
-Vulcanochimico
-

Ricevuto da:Irlanda

Ricevuto da: Heavenonearth,
Salvatore Sblando

Ricevuto da: Andrezej,
Donatodisanzo,Terzostato.
Valigetta



 


Wikio
 


BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

 

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog


16 ottobre 2008

I fiori raccontano... Il Melograno: Amore Ardente,Fertilità,Abbondanza...

 Il melograno è una pianta antichissima,il nome botanico è Punica granatum ed appartiene alla famiglia delle Puniceae,deriva dal latino “punicus”, di Cartagine, poichè i romani conobbero il melograno dai Cartaginesi. Plinio lo chiamava addirittura “malum punicum”, ovvero mela cartaginese. La pianta in realtà proviene dall’Afganistan e dalla Persia e giunse in Europa dai mercanti Fenici. Non è un vero e proprio albero: si parla di arbusto arborescente che raggiunge i 4-5 metri in alcuni casi anche un’altezza di 7 metri. Il fiore è solitario nell'arbusto da frutto, ad infiorescenze doppie nelle cultivar(*) ornamentali; la corolla ad imbuto è di un rosso vermiglio vistoso che racchiude le antere gialle portatrici di polline, appetitosa ricompensa per gli insetti impollinatori. La fioritura va dalla primavera all'inizio dell'estate.
Il frutto, detto melagrana o mela granata, matura in autunno, è una bacca caratteristica definita "balaustio”o “balausta”. Esternamente è dura, di un colore giallo-arancio; internamente è suddivisa in logge da setti fibrosi di color giallo intenso e ogni compartimento contiene molti semi rossi a forma di prisma, assai gustosi e ripieni di succo
dal sapore dolce-acidulo. Proprio in base all’acidità dei suoi frutti il melograno può essere classificato in acido, agro-dolce e dolce. Le cultivar a seme tenero risultano di interesse commerciale. In Italia si coltivano principalmente varietà dal frutto agro-dolce e dolce, adatti per un consumo fresco; le principali sono: Dente di Cavallo, Neirana, Profeta Partanna, Selinunte, Ragana e Racalmuto. Il fiore, il frutto e i numerosi semi sono quasi sempre associati, in tutte le antiche civiltà, alla fertilità e alla fecondità.Nella Bibbia il Cantico dei Cantici descrive la sposa amata e la fecondità della Terra Promessa attraverso la metafora della melagrana,analogamente nella cultura orientale, in Cina, infatti,è il simbolo della nascita di nuove generazioni, si parla di una legenda secondo cui "una melagrana si aprirà e da essa usciranno cento bambini". Nell'Antico Egitto invece si utilizzavano i frutti anche nelle cerimonie funebri, tanto che appaiono testimonianze nelle pitture all'interno di tombe risalenti a 2500 anni fa, compresa la tomba del potente faraone Ramses IV. Secondo un mito greco questa pianta nacque dal sangue di Dioniso. Side è un altro nome del melograno che ricorda la fanciulla con questo nome, sposa di Orione, che la gettò nell'Ade perchè aveva sfidato Era ad una gara di bellezza. I miti in cui compare il Melograno sono molti altri ed in ogni caso viene proposto il ciclo di morte-sacrificio, da cui nasce la vita. Come si può osservare emerge un significato di dualità: fertilità, fratellanza e unità (simboleggiata dai tanti chicchi racchiusi in un unico frutto) ma anche simbolo di ombra e di morte. Nella florigrafia comunque prevale il significato positivo, di abbondanza e di amore ardente,passionale per il colore acceso delle infiorescenza.Nelle ghirlande rinascimentali il fiore e il frutto di questa pianta non mancavano mai,proprio perché simbolo della esuberante ricchezza,ma anche della prosperità familiare,ossia della fertlità Ancora oggi, in alcune culture dell'est Europa, la tradizione vuole che il novello sposo trasferisca un melograno dal giardino del suocero nel suo come augurio di prole numerosa; le spose turche invece scagliano a terra un frutto maturo al termine della cerimonia e il numero di grani usciti dal frutto indicherà quanti figli partoriranno. Nella religione cristiana questo simbolismo si arricchisce di significato spirituale, fino a considerare il frutto, e i suoi semi espressione della perfezione divina. La melagrana è stata molto spesso rappresentata nei dipinti esempi ne sono la” Madonna del granato col frutto come simbolo della fertilità nella mano destra della Madonna e la “Madonna della melagrana”di Sandro Botticelli .In cucina il frutto del melograno al tempo dei Romani era considerato il re dell’orto, per il picciolo a forma di corona; in seguito solo nel Medioevo fu apprezzato nuovamente. I grani venivano utilizzati per la preparazione di ripieni per le carni, il succo si spremeva per preparare salse,sughi e si usava anche in sostituzione dell’aceto. Un ulteriore utilizzo veniva fatto per aromatizzare il vino,detto “vinum granatus”offerto di tanto in tanto agli ospiti soprattutto in occasioni particolari. È un frutto ricco di vitamine, per tale motivo è entrato a far parte della lista di ingredienti nelle cucine orientali, come quella persiana, siriana e libanese, e in tutti quei territori la cui aridità non offre una varietà di prodotti ad alto valore nutritivo.Attualmente nella cucina italiana è scarsamente utilizzato per piatti salati, gli chef più creativi impiegano i semi nei dessert, gelatine, granite e marmellate oppure usano il succo per preparare dolci. Interessante è anche l'impiego del melograno come pianta medicinale. La corteccia contiene alcaloidi, i fiori e i frutti tannino e mucillagini. La corteccia è un potente tenifugo, è velenosa e da usare con cautela; i fiori si usano in infuso contro la dissenteria. Il tegumento dei semi è astringente e diuretico,ovviamente si consiglia l'uso a scopo medicinale solo se seguiti da esperti. L'epidermide del frutto è ricca di tannino e opportunamente lavorata fornisce un colorante giallo molto usato nell'artigianato dell'arazzo dei paesi arabi.

Sul melograno...
Cantico dei cantici –Capitolo 4
Lo sposo
[13]I tuoi germogli sono un giardino di melagrane,
con i frutti più squisiti,
alberi di cipro con nardo,(…)

Cantico dei Cantici - Capitolo 7
La sposa
[10]«Il tuo palato è come vino squisito,
che scorre dritto verso il mio diletto
e fluisce sulle labbra e sui denti!
[11]Io sono per il mio diletto
e la sua brama è verso di me.
[12]Vieni, mio diletto, andiamo nei campi,
passiamo la notte nei villaggi.
[13]Di buon mattino andremo alle vigne;
vedremo se mette gemme la vite,
se sbocciano i fiori,
se fioriscono i melograni:
là ti darò le mie carezze!
[14]Le mandragore mandano profumo;
alle nostre porte c'è ogni specie di frutti squisiti,
freschi e secchi;
mio diletto, li ho serbati per te».

Cantico dei Cantici - Capitolo 8

[1]Oh se tu fossi un mio fratello,
allattato al seno di mia madre!
Trovandoti fuori ti potrei baciare
e nessuno potrebbe disprezzarmi.
[2]Ti condurrei, ti introdurrei nella casa di mia madre;
m'insegneresti l'arte dell'amore.
Ti farei bere vino aromatico,
del succo del mio melograno.
[3]La sua sinistra è sotto il mio capo
e la sua destra mi abbraccia.

Un saluto affettuoso a tutti...A presto
-Vulcanochimico-



(*)In botanica col termine cultivar si definisce il sistema di classificazione usato per denominare le diverse varietà ottenute da una pianta coltivata. Il termine è la contrazione delle parole inglesi culti(vated) var(iety) derivante a sua volta dal latino “varietas culta”.



sfoglia     settembre        novembre
 


Ultime cose
Il mio profilo



APPUNTI COSPARSI SU TEMI SPARSI
LECCELLENTE
OMBRACHECAMMINA
POCHIMABUONI
GRUPPOFOTOGRAFICO GAIRO'
POESIE E DINTORNI
MESLIER
POVEROBUCHARIN
IL_DITO_NELLA_PIAGA
SHAMALBLOG
PAOLO BORRELLO
ACCHIAPPAMOSCHE
LUPOSORDO
MARALAI
VOLIPINDARICI
KURTZ
PINOCOMUNE
DONATODISANZO
HEAVENON EARTH
GOCCIADIME
POLLONCOMBINAGUAI
FABIOLETTERARIO
IRLANDA
AEGAION
SPECCHIO
DAWOR***
LUIGI
ZADIG
TERZOSTATO
KERMIT
DANDO01
EFESTO
MOKELLA
HDR
L'APEGIULIA
VALIGETTA
SOGNIEBISOGNI
GENTECATTIVA
ES-SENZA
KILOMBO
TALENTOSPRECATO
REDLINE3
MARLA
FABIO.EVERGREEN
ROSSOANTICO
GALATEA
SHAMAL
DILWICA
GALILEO
POET@NDO
EVAKANT E DIABOLIK
LECCEPRIMA
BRINDISISERA
PANEACQUA


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom